#Gianni Sperti, il celebre opinionista di Uomini e donne, finisce al centro della 'bufera social' per mezzo di una foto che ha postato qualche minuto fa sul suo profilo ufficiale Instagram, dove è seguito da centinaia di migliaia di persone.Cosa è successo al punto da far adirare Gianni come non mai? Ecco tutto quello che c'è da sapere.

Gianni Sperti è omosessuale? La risposta dell'opinionista di U&D

Nel dettaglio l'opinionista del fortunato talk show sentimentale ideato e condotto da Maria De Filippi ha postato una foto dove lo vedevamo felice e sorridente al #gay Village, uno dei locali più in vista di Roma, frequentato ogni settimana (soprattutto durante il weekend) da migliaia di persone omosessuali e etero.

Per l'immagine Gianni Sperti ha deciso di aggiungere anche la didascalia 'Quel sorriso spiega' ed ecco che subito si aizzato un vero e proprio polverone meditico: in molti, infatti, sostenevano che quella foto con quella didascalia, scattata al Gay Village, fosse una sorta di coming-out dell'opinionista di #Uomini e donne, il quale in quel modo stava annunciando ai suoi ammiratori social la sua omosessualità.

Nel giro di poco tempo la notizia si è diffusa a macchia di leopardo sui social, ed ha fatto il giro di tutte le fan.page dedicate a Uomini e donne, al punto che Gianni Sperti ha deciso di smorzare sul nascere ogni polemica e rumors rispondendo ad alcuni dei commenti che erano stati postati sotto la foto.

La dura reazione di Gianni Sperti

Le gossip news rivelano che la reazione di Gianni Sperti non è stata affatto pacata: l'opinionista, infatti, ha ammesso di non voler rispondere alle domande e alle affermazioni che gli erano state poste da alcuni utenti (che ha definito 'persone vuote') perché le trovava di un'ignoranza assurda.

I migliori video del giorno

Poco dopo, poi, Gianni ha postato un altro commento chiarificatore sempre su Instagram in cui dice: 'Tra l'altro non ho bisogno di dichiarare nulla, se sono Gay o Etero sono ca... miei'. Insomma una risposta secca e decisa che mette fine a questa sterile polemica di un caldo pomeriggio di settembre.