Il 20 ottobre è andata in onda su Sky uno, come ogni giovedì sera, l’ultima puntata della fase “preliminare” del live di XFactor10: stiamo parlando dell’ultimo step chiamato “Home Visit” dove i giudici della nuova edizione del talent hanno dovuto scegliere i concorrenti ufficiali di XFactor10. Nelle scorse puntate abbiamo visto gli step precedenti previsti dal format ovvero le audizioni ed i bootcamp. I quattro giudici hanno conosciuto precedentemente le loro categorie e selezionato gli aspiranti concorrenti, ed hanno dovuto fare una totale scrematura, facendo accedere ai “live” solo 3 cantanti per ogni categoria. Anche questa puntata è stata presentata da Alessandro Cattelan, ed i giudici hanno sorpreso il pubblico ancora una volta.

Le scelte dei giudici

Il giudice storico di XFactor, giovane rapper italiano, Fedez, ha deciso di portare i concorrenti a Saint-Tropez e supportato da Benny Benassi, dj e producer internazionale, ha deciso di ammettere ai live Gaia Gozzi, Roshelle e Caterina Corpelli per la categoria Under donne. Sono stati in seguito selezionati gli Under uomini da Arisa, anche lei veterana di XFactor, che affiancata da Patty Pravo ha fatto delle scelte sorprendenti: il discusso Marco Ferreri, Loomy e Diego Conti. Tocca successivamente a Manuel Agnelli, new entry del talent, definito spesso e volentieri "il giudice cattivo"; affiancato da Daniele Silvestri, lui è stato scelto come “capitano” degli over, ed ha ammesso nella sua squadra: Eva, Alessandra Fortes Silva, Andrea Biagioni. Alvaro Soler alla quale sono state affidate le band, affiancato da Max Gazzè, decide di portare i suoi concorrenti a Barcellona; hanno avuto libero accesso alla finale i Les Enfantes, i Daiana Lou ed I Soul System ripescati dopo il rifiuto dei Jarvis.

Il rifiuto del posto in squadra da parte dei Jarvis

Il vero e proprio motivo del rifiuto del posto in squadra, da parte del gruppo Jarvis selezionato da Alvaro Soler, non si conosce, ma secondo ciò che è stato comunicato nel programma, sembrerebbe che la band si sia ritirata dalla gara per motivi personali. C’è però un po' di confusione sulla vicenda dato che secondo alcune informazioni i ragazzi avrebbero pubblicato dei post ambigui su Facebook dove viene spiegato che la scelta è legata alla firma di un contratto discografico con Sony che li avrebbe costretti a rinunciare al contratto avuto in precedenza con un’altra casa discografica.

I migliori video del giorno