Sempre più colpi di scena all'interno della famosa soap opera 'Il Segreto', ormai parte integrante della vita del pubblico televisivo italiano che non può più farne a meno. Tra gli intrighi più interessanti figura quello che ha come protagonisti Alfonso ed Emilia: i due stanno vivendo un periodo di forte crisi coniugale, complice l'entrata in scena di Hortensia che ha scombussolato letteralmente la vita dei due coniugi, fino a quel momento praticamente perfetta. I tradimenti del marito non passeranno inosservati ad Emilia, sempre più decisa e determinata a riconquistarlo togliendolo dalle grinfie della rivale.

Il Segreto: Alfonso ricattato

Alfonso ed Hortensia sono vittime di un'aggressione all'interno dell'albergo in cui si erano appartati: protagonista un ladro, Benedicto, che tramortisce l'uomo per poi rubargli tutto il denaro che portava con sè.

Quando l'atmosfera si calma, i due amanti decidono di non proferire parola riguardo a quanto accaduto, nemmeno alla Guardia Civile, proprio per non far emergere la loro relazione che sarebbe potuta divenire in grande pericolo. Qualche giorno dopo, Benedicto si rivolge ad Alfonso chiedendogli altro denaro in cambio del suo silenzio con Emilia: Castaneda decide di pagare la somma e ruba i risparmi della moglie, che aveva intenzione di costruire una nuova casa. Nel frattempo Hortensia confessa ad Alfonso che anche lei è caduta nel tranello di Benedicto.

La verità viene a galla

Emilia scopre il furto dei suoi risparmi che però non sembrano bastare ad Alfonso per comprare il silenzio di Benedicto: l'uomo pensa addirittura ad una rapina ai danni del fratello Ramiro pur di salvare Hortensia, idea che fortunatamente non porta a compimento.

I migliori video del giorno

Alfonso decide così di confessare tutto alla moglie ma, Ramiro, si presenta al suo posto ad un incontro con Benedicto che però conosce già il suo nome, il che fa venire in mente al Castaneda che il ladro abbia una 'talpa'. Scoperto questo, invita il fratello a ricostruire i fatti della prima aggressione e quello che ne viene fuori è sconcertante: a tramortire Alfonso è stata Hortensia e non Benedicto.

Emilia aggredita ma salva

Emilia si rende conto così che serve un intervento pur di fermare le intenzioni di Hortensia che si reca alla locanda sotto invito di Alfonso, anche se ad attenderla c'è proprio la locandiera. Nasce una discussione che sfocia in uno scontro fisico molto acceso tra le due, interrotto da Benedicto che ferma in tempo la complice, pronta ad assassinare Emilia. Nel frattempo arrivano sul posto anche Alfonso e Ramiro con la Guardia Civile che arresterà i due furfanti. Hortensia grida tutto il suo risentimento nei confronti di Alfonso, il cui rapporto con Emilia sembra comunque del tutto compromesso.