Diletta Leotta è stata protagonista di un vero e proprio scandalo a luci rosse, infatti qualche mese fa sono stati pubblicati in rete video e filmati molto personali della sexy giornalista Sky [VIDEO] che hanno fatto letteralmente impazzire i suoi numerosissimi fans.

Se i maligni hanno pensato ad un hackeraggio pilotato per donarle ancora più popolarità, la 25enne catanese ha smentito questi rumors dicendo: "Da cosa ho capito che la situazione era grave? Dal mio telefonino. Non la smetteva di squillare: chiamate, messaggi, WhatsApp, videochiamate… Non ho pianto. Ho tirato fuori una forza che non credevo di avere. Ma dopo tre giorni sì, ho ceduto…".

Diletta Leotta ha sofferto per questo scandalo

diletta leotta si è resa conto che la situazione era più grave del previsto perché il suo cellulare non la smetteva di suonare, ma ci tiene a chiarire che solo cinque o sei fotografie erano reali, mentre le altre circolate nel web erano dei fake che non facevano parte del suo archivio privato e che lei non ha mai mandato a terze persone.

Molto probabilmente qualcuno ha violato il suo iCloud, ma non ha rimpianti per ciò che è stato fatto in passato, infatti consiglia alle ragazze di evitare di mandare foto troppo personali per telefono, perché purtroppo il potere di un'immagine può ledere significativamente una persona.

Nessun scandalo pilotato per la giornalista Sky

Alle persone che la accusano di aver orchestrato tutto per farsi pubblicità, Diletta Leotta risponde lucidamente dicendo di non aver bisogno di questi escamotage per emergere, infatti nell'ultimo anno si è cimentata con la serie B, un mix di sport e alcune interviste sperimentate nel programma Goal Deejay che le stanno dando molte soddisfazioni. Insomma la giornalista Sky ha rispedito al mittente tutte le accuse, anche se il dubbio permane, visto che è la fidanzata del potentissimo Matteo Mammì, ossia il Responsabile dei Diritti sportivi di Sky e recentemente promosso a Director of Sports, Outside Production and Operations Sky.

I migliori video del giorno

Voi che cosa ne pensate?