Annuncio
Annuncio

Non accenna a placarsi la 'querelle' scoppiata tra il conduttore di Affari Tuoi, flavio insinna, e il popolare TG satirico, 'Striscia la Notizia'. Come senz'altro saprete, il popolare presentatore ha risposto sul proprio profilo Facebook all'attacco mediatico rivoltogli dalla trasmissione Mediaset: dopo aver chiesto scusa per le offese e le parolacce mandate in onda su Canale 5, Insinna, però, ha voluto ulteriormente replicare alle accuse dei 'rivali', pubblicando un video dove viene documentata la mancata consegna del 'Tapiro d'oro', proprio a Flavio Insinna.

Flavio Insinna contrattacca Striscia con il video della mancata consegna del 'Tapiro d'Oro'

Si tratta di un video mai mandato in onda da Striscia la Notizia, all'interno del quale si fa riferimento a presunti illeciti fiscali commessi da Ezio Greggio.

Annuncio

Nelle immagini si può vedere, come ad un certo punto, Insinna si rivolga a Valerio Staffelli dicendo: 'Mediaset in 4 anni ha sborsato 23 milioni di euro per il signor Ezio Greggio e ci fate la morale pure a noi?'.

Un'accusa dalla quale il popolare comico piemontese si discosta totalmente, come riporta il quotidiano 'Il Giornale': infatti, l'entourage di Ezio Greggio ha risposto polemicamente alle dichiarazioni ritenute 'diffamatorie', specificando che le tasse sono sempre state pagate fino all'ultimo centesimo e che Greggio intrattiene un rapporto trasparente e corretto nei confronti delle istituzioni fiscali.

Guerra Insinna-Striscia la notizia: il pubblico dimostra di non gradire

Anche Striscia la Notizia, naturalmente, è scesa in campo per difendere Ezio Greggio.

Annuncio

La replica parla di un Insinna a corto di argomenti, costretto a ripescare la storia del Tapiro da lui rifiutato nel 2013, storia chiarita due anni più tardi: il TG satirico di Canale 5, piuttosto, ritiene che il presentatore siciliano è costretto ad arrampicarsi sugli specchi non sapendo più come giustificare il comportamento adottato durante le registrazioni di 'Affari Tuoi'.

Insomma, un altro capitolo di una guerra che sembra essere destinata a non finire qui e a prolungarsi anche nei prossimi mesi: chissà se la pausa estiva, per quanto riguarda la programmazione televisiva, potrà calmare i 'bollenti spiriti', anche perché una buona parte del pubblico televisivo ha dimostrato di non gradire né le accuse di Striscia, né la difesa e il contrattacco di Flavio Insinna.

Annuncio