Il mondo della televisione e dello spettacolo piange la scomparsa [VIDEO]di fabrizio frizzi. Ieri mattina è arrivata la drammatica notizia della scomparsa del conduttore di Raiuno, venuto a mancare dopo un'ischemia cerebrale che l'ha portato via per sempre. Un vero e proprio dramma per tutti gli spettatori e fan di Fabrizio, che ancora oggi non riescono a credere a quanto sia successo.

Aperta oggi la camera ardente per Fabrizio Frizzi, domani i funerali

Questa mattina è stata aperta la Camera Ardente presso la sede Rai di viale Mazzini 14: in centinaia si sono presentati fin dalle prime ore del mattino per rendere omaggio al conduttore.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Anticipazioni Tv

Un via vai continuo di persone che sono arrivate da ogni città d'Italia: non solo gli abitanti stessi di Roma ma anche moltissimi spettatori di Fabrizio che sono arrivati da Napoli e da altre città del Sud Italia.

Persone di ogni età sono arrivate alla Camera Ardente di questa mattina.

Un coro all'unisono per ricordare un grande uomo e un grande professionista come Fabrizio Frizzi, venuto a mancare troppo presto all'età di 60 anni, lasciando in un vortice di disperazione la sua amata Carlotta e la sua figlioletta Stella di soli 5 anni. Domani mattina presso la chiesa degli Artisti di Roma si terranno i funerali del conduttore televisivo: la messa funebre è prevista alle 12 e non si esclude che possano essere trasmessi in diretta televisiva su Raiuno.

La malattia di Fabrizio Frizzi: la confessione choc degli amici e colleghi

Intanto in queste ultime ore in televisione, moltissimi colleghi di Fabrizio Frizzi hanno parlato di una malattia contro la quale il conduttore stava combattendo da quel terribile ottobre, quando venne colpito da un'ischemia.

Quello, infatti, fu una sorta di campanello d'allarme che gli permise di scoprire la drammaticità della sua malattia, che tuttavia Fabrizio aveva scelto di tenere nascosta fino alla fine al grande pubblico.

In questi mesi, infatti, Fabrizio Frizzi ha preferito non raccontare pubblicamente la sua malattia [VIDEO] anche se in una serie di interviste moloto recenti aveva ammesso che stava combattendo e lo stava facendo in primis per il grande amore che prova nei confronti di sua figlia Stella, che voleva veder crescere e diventare grande. I colleghi e gli amici intimi di Fabrizio sapevano bene che la sua malattia era abbastanza grave ma nessuno si sarebbe mai aspettato un addio imminente. Ciao Fabrizione, ci mancherai tantissimo.