Il Grande Fratello di Barbara D'Urso viene travolto dalla bufera [VIDEO] e in queste ore si continua a parlare degli sponsor che stanno scappando dalla trasmissione dopo gli spiacevoli episodi che si sono verificati nel corso di queste settimane. Ci riferiamo in primis alle scene di violenza che abbiamo visto nei confronti delle donne, tra tutte quella contro Aida Nizar, la concorrente spagnola che venne aggredita verbalmente in maniera deplorevole da Baye Dame.

Gli sponsor lasciano il Grande Fratello 15

Ebbene a distanza di due settimane dal terribile accaduto, ecco che gli sponsor del Grande Fratello 2018 hanno scelto di prendere le distanze dalla trasmissione di Canale 5, diramando dei comunicati stampa ufficiali con i quali hanno fatto sapere le loro intenzioni ufficiali.

La prima azienda che ha scelto di interrompere il contratto di collaborazione con il GF 15 è stata Bella Oggi, dopodichè è stata la volta di Acqua Santa Croce, partner ufficiale di questa edizione. Ma la lista degli sponsor che si sono ritirati dalla casa del Grande Fratello continua ad arricchirsi ora dopo ora e anche in questi minuti sono stati diffusi degli altri comunicati stampa di finanziatori che si sono tirati indietro.

Uno fra questi è Givova, la società che forniva le tute ai concorrenti di questa edizione: nelle scorse ore tutti i prodotti di tale marchio sono stati ritirati dalla casa di Cinecittà, così come sono stati ritirati i prodotti di Caffè Borbone.

Bufera sul GF 2018: chiesta la chiusura immediata

Complice le numerose richieste da parte dei prori clienti, anche la celebre marca di caffè, onnipresente in tutte le trasmissioni di Canale 5 e Raiuno (da Uomini e donne a La Corrida) ha scelto di fare un paso indietro e quindi di annullare il contratto di collaborazione fatto con il reality show di Barbara D'Urso.

Insomma una fuga clamorosa di sponsor da questa edizione del GF 15 che proprio non riesce a trovare pace. Ovviamente questa situazione ha creato non pochi disagi a Mediaset, [VIDEO] dove in queste ore ci sarebbe un vero e proprio caos.

La perdita degli sponsor, infatti, non fa bene al reality show che ovviamente vive di pubblicità e come se non bastasse in queste ore è arrivata la stoccata finale anche da parte del Codacons che ha chiesto a Mediaset di poter procedere con la chiusura immediata della trasmissione, ritenuta una 'discarica' televisiva, indecente per il pubblico giovane.