Nella puntata di oggi, 17 novembre di Domenica In Mara Venier ha ricordato Venezia, città dove è nata e cresciuta, per via del maltempo e dell'alta marea che sta destando preoccupazione e dolore in Italia in queste ultime ore. La conduttrice si è collegata con il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, per esprimere la sua vicinanza e sostegno al capoluogo veneto e per poi lanciare un appello personale affinché vengano ultimati i lavori del Mose, un sistema di barriere mobili per salvare la città quando l'acqua si alza eccessivamente.

Mara Venier commossa in diretta per Venezia

"Vivo a Roma da tanti anni ma Venezia rimarrà sempre casa mia" ha esordito così Mara Venier il suo appello alla sua città che è in grave difficoltà per quanto accaduto in questi ultimi giorni. "Oggi, una buona parte del programma sarà dedicata a Venezia ed io voglio ricordarla con il simbolo rappresentativo di questa città" ha aggiunto la conduttrice commossa, mostrando al pubblico una piccola riproduzione del celebre Leone d'Oro. Poi, la Venier si è collegata con il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, ed ha dichiarato: "Da veneziana e da veneta sono disperata per tutto ciò che sta accadendo in queste ore". Il sindaco ha invitato tutti a non scoraggiarsi ed ha lanciato un grande appello allo Stato italiano: "Dobbiamo rilanciare Venezia proprio partendo da questa disgrazia.

Venezia deve diventare il simbolo del rilancio, così come l'Italia deve dimostrare di essere all'altezza di queste sfide". Le dichiarazioni del sindaco sono piene di speranza e invitano i cittadini a non rimanere con le mani in mano: "Dobbiamo finire il Mose, si gioca la credibilità di tutto il Paese. Non c'è destra e non c'è sinistra, non c'è polemica che tenga".

Infine, il primo cittadino ha voluto ringraziare le autorità e i media che hanno preso a cuore la vicenda e hanno proposto soluzioni efficaci.

La conduttrice fa un appello al Monsignore Francesco Moraglia

Nel corso della diretta di Domenica In, Mara si è collegata anche con il Monsignore Francesco Moraglia, patriarca di Venezia.

"Non voglio fare polemica. Quando finiranno i lavori del Mose? Quanto manca?" ha chiesto Mara Venier a Moraglia. "Mancano due anni, ma chissà cosa accadrà in questi due anni" ha risposto Monsignore Moraglia. Poi, la conduttrice ha aggiunto: "Non so se si è capito, io sono davvero scandalizzata da questa situazione". Dopodiché la conduttrice si è collegata con Vittorio Sgarbi in diretta da Terni che ha detto la sua riguardo i lavori del Mose che arriveranno al completamento nel dicembre 2021. Il critico d'arte ha dichiarato: "Ci vogliono due autunni per completare il Mose. Questo è un tempo per fare una città, non il Mose! Fra nove mesi deve essere assolutamente completato perché Venezia è una città che vive con l'acqua".

Segui la nostra pagina Facebook!