Un posto al sole sta affrontando un tema molto delicato quale l'istruzione dei bambini, tuttavia nell'episodio di stasera 5 febbraio le carte sono state sapientemente rimescolate offrendo allo spettatore un punto di vista totalmente differente. Quella che era iniziata come una storia che descriveva il comportamento scorretto di un'insegnante nei confronti dei bambini, si è tramutata in una vicenda che ha sottolineato quanto sia sbagliato accanirsi in massa contro qualcuno per ergersi a giudici della sua intera vita.

Sia chiaro, il comportamento della Gagliardi è stato indubbiamente scorretto e la docente andava punita e sanzionata nel campo lavorativo. Tuttavia l'odio contro la sua persona non è giustificato e la sua reazione simboleggia quanto peso abbiano le parole, che spesso vengono usate con molta leggerezza, soprattutto nel web. In un finale di puntata struggente, si è vista la disperazione della maestra Gagliardi, che dopo aver scritto un'ultima lettera indirizzata alla figlia, ha assunto delle pillole per togliersi la vita.

Di seguito analisi e considerazioni dell'episodio di Un posto al sole andato in onda stasera.

Una vita distrutta

L'episodio di Un posto al sole è iniziato in modo decisamente leggero mostrando la ritrovata serenità di Bianca a scuola, a quanto pare la nuova insegnante è gentile e dolce con i bambini, ma un attimo dopo i toni sono cambiati e si è vista la maestra Maria Grazia Gagliardi (Tiziana Bagatella) affranta e sconsolata camminare vicino al mare con lo sguardo perso.

Quella scena brevissima è servita da primo campanello di allarme per l'evento terribile che sarebbe accaduto da lì a poco.

Le scuse della maestra

La maestra (una Maria Grazia Gagliardi decisamente in stato di grazia) ha poi telefonato ad Angela (Claudia Ruffo) per scusarsi in modo molto umile e sincero. La donna si è mostrata mortificata per il suo atteggiamento, rendendosi conto di aver distrutto la sua carriera e aver affossato la sua reputazione per un attimo di pura follia.

Il senso intero della storyline è diventato questo: "può davvero un singolo gesto marchiare perennemente una persona?" Angela è stata probabilmente l'unica persona saggia ad aver compreso il disagio della donna e ad offrire comprensione, mentre tutti gli altri genitori si sono scagliati contro l'insegnante.

Il gesto disperato

Nel finale di puntata di Un posto al sole si è giunti poi al momento più drammatico della puntata, la maestra Gagliardi dopo aver scritto un'accorata lettera dedicata a sua figlia ha deciso di togliersi la vita assumendo delle pillole per poi adagiarsi sul letto. Tiziana Bagatella è stata strabiliante nel dare a questo personaggio spessore e un'anima.

La puntata è finita lasciando gli spettatori nel dubbio, la sensazione è che Franco e Angela riescano ad intervenire per tempo, evitando la tragedia, ma il messaggio è stato trasmesso in modo perfetto, in una delle puntate più intense mai andate in onda.

Segui la pagina Un Posto Al Sole
Segui
Segui la pagina TV Soap
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!