Inizia come peggio non potrebbe il 23° turno di #Lega Pro per la #juve stabia. Le vespe crollano a Messina per mano di Nardini, che decide il match del San Filippo con il suo gol al 28' del primo tempo. Nonostante la sontuosa campagna acquisti, la squadra di Fontana non riesce ad approfittare dei gravi problemi in riva allo stretto (con una trattativa per la cessione societaria che sta minando l'ambiente, ndr), tanto che sugli spalti si è registrato il record negativo di affluenza. Gli uomini di Lucarelli, espulso nel corso dell'incontro, malgrado le tante assenze, riescono a trovare tre punti importanti, che permettono ai giallorossi di portare a tre le lunghezze di vantaggio sul Taranto (0-0 in casa con la Casertana, ndr) e sulla Reggina impegnata domani a Catania.

I posticipi

La Juve Stabia adesso attende le 18.30 (diretta in streaming pay su Sportube.tv) il Matera, impegnato in casa con il fanalino di coda Vibonese per prendersi la vetta solitaria, in attesa che il Lecce lunedì sera (diretta TV free su Rai Sport e streaming pay su Sportube.tv) in casa del Catanzaro ristabilisca la parità. Altro match in posticipo è quello di stasera alle 20.30 (diretta streaming pay su Sportube.tv) dove il Foggia ospita la Virtus Francavilla. La classifica attualmente recita Matera 46 e Lecce 46, Foggia e Juve Stabia 44. A fine giornata le vespe potrebbero così trovarsi a 5 punti di distanza dalla (o dalle) capolista, in questa sorta di mini campionato a 4 che le battistrada stanno disputando da inizio stagione. Rimane favorito il Lecce, il cui organico è già pronto per il salto di categoria, motivo per cui passi falsi come quelli di Messina non sono tollerabili, in vista di rimanere aggrappati al treno per la promozione diretta. Manca ancora tanto alla fine, ma di certo i punti lasciati per strada possono significare una promozione solo tramite playoff, che per quest'anno hanno cambiato formula. Addio alle sfide di andata e ritorno e via alla Final Four da disputarsi in gara secca a Firenze dall'8 al 18 giugno. E alla fine sarà solo una a godersi la tanto sospirata serie B. #Calcio