Riparte questo weekend il campionato italiano, fermo da due settimane per la sosta natalizia. Il prossimo turno di #Serie A, valido per la 20^ giornata, si disputerà invece tra sabato 14 e lunedì 16 gennaio e proporrà il primo big match del nuovo anno con il testa a testa tra Fiorentina e Juventus, una delle "classiche" del calcio nostrano. Ricordando che in questa prima metà del mese il calendario sarà fitto di impegni anche in mezzo alla settimana, con tutti gli ottavi di coppa Italia in programma tra martedì 10/1 e giovedì 19/1, andiamo a vedere insieme il "menù" della ventesima.

Calendario Serie A, prossimo turno: orari anticipi e posticipi 20^ giornata

Come anticipato in precedenza, questo turno verrà distribuito su tre giorni e si concluderà perciò con l'ormai tradizionale "monday night".

Pubblicità
Pubblicità

Due gli anticipi previsti nella giornata di sabato 14: alle 18:00 sfida tutta rossoblu al sud tra Crotone e Bologna; alle 20:45 saranno invece Inter e Chievo a prendersi la scena allo stadio Meazza di Milano.

Domenica 15 l'abbuffata di calcio partirà alle 12:30 al Sant'Elia, con il "lunch match" tra i padroni di casa del Cagliari e il Genoa, una delle squadre più attive in questo avvio di calciomercato invernale 2017. Ben cinque partite verranno giocate invece in contemporanea nel primo pomeriggio, alle ore 15: all'Olimpico duello interessante tra Lazio e Atalanta; il Napoli ospiterà il Pescara al San Paolo; la Sampdoria riceverà l'Empoli a Genova; la Roma se la vedrà con l'Udinese dell'ex Del Neri in Friuli; il Sassuolo andrà a caccia di rilancio contro il Palermo al Mapei Stadium di Reggio Emilia.

Pubblicità

In serata spazio al posticipo domenicale di lusso (ore 20:45), con Fiorentina e Juventus pronte a scrivere una nuova pagina di una delle rivalità sportive più sentite della Serie A.

Il weekend lungo di campionato si chiuderà lunedì 16 alle 20:45 allo stadio Olimpico Grande Torino: i granata di Sinisa Mihajlovic affronteranno il Milan di Montella, club allenato nella scorsa stagione proprio dal tecnico serbo.