Il 6 settembre di dieci anni fa, si spegneva nella sua casa di Modena il grande tenore #Luciano Pavarotti: nelle sue ore finali, la famiglia era al suo fianco per dirgli addio. È stata indubbiamente un'incredibile perdita per la lirica, la cultura, l'arte italiana e la #Musica mondiale.

"Vorrei essere ricordato come colui che ha portato la lirica alle masse", diceva sempre Luciano Pavarotti. "Quello che è accaduto ieri sera all'#Arena di Verona è il risultato delle scelte che ha fatto in tutta la sua carriera", così la vedova del grande Maestro, Nicoletta Mantovani, ha spiegato il significato di "Pavarotti: Un'emozione senza fine".

Pubblicità
Pubblicità

I Friends di Big Luciano

Alla grande celebrazione non potevano mancare gli amici ed estimatori Placido Domingo e Josè Carreras, che con Luciano Pavarotti hanno formato il celebre trio de "I Tre Tenori", portandolo alla popolarità anche al di fuori dell'ambito canoro. Un susseguirsi di emozioni al tempio della lirica tra grandi ospiti, filmati e collegamenti esterni e, ovviamente, tanta musica.

Al concerto evento, trasmesso in diretta su Rai Uno, hanno reso omaggio all'artista con la loro testimonianza anche Francesco Meli, che ha cantato "Una furtiva lagrima", il tenore Vittorio Grigolo, Il Volo e Nek. Non poteva mancare Zucchero, che ha registrato con Pavarotti "Miserere", dando così a Big Luciano la spinta per accostarsi alla musica pop e gettando le basi per dare un seguito agli eventi legati al "Pavarotti and Friens" (una serie di concerti a scopo benefico, dieci edizioni dal 1992 al 2003).

Pubblicità

Sono intervenuti anche il maestro e compositore Nicola Piovani, il premio Nobel per la pace Rigoberta Menchù Tum e i 2Cellos, che hanno eseguito "La donna è mobile" e "O sole mio".

Carlo Conti, cerimoniere della serata, si è collegato con il regista Ron Howard, a Londra per le riprese di "Guerre Stellari", il quale ha parlato del suo progetto sul documentario che sta realizzando sul grande tenore italiano: "Luciano Pavarotti ha vissuto alti e bassi nella sua vita, proprio come in un grande film e come ogni uomo interessante aveva le sue contraddizioni", ha spiegato il regista statunitense.

Pavarotti Day

La giornata di ieri è stata dedicata interamente al tenore modenese. La casa museo è stata aperta gratuitamente al pubblico per tutto il giorno, inoltre c'è stata l'inaugurazione di una nuova piattaforma web, "Pavarotti 10th Anniversary", che servirà a far conoscere il grande Maestro ai più giovani. È stato anche presentato il nuovo libro "Luciano, il sole nella voce", una raccolta di aneddoti e fotografie, edita dalla Fondazione Pavarotti.

Dal 2018 lo show celebrativo toccherà paesi come Qatar, Cina, Oman, Indonesia, Tunisia e Stati Uniti. Una parte degli incassi sarà devoluta all'Unhcr.