Nuovi aggiornamenti sui #Sondaggi politici relativi alle intenzioni di voto degli italiani. Le evoluzioni e gli ultimi eventi del panorama politico italiano finiscono per forza di cose per influenzare il parere dell'elettorato: ecco come. Dopo aver reso noti i rilevamenti fatti da Ballarò nella giornata del 19 novembre 2013, che mostravano come la scissione del centrodestra avesse tratto giovamento dalla scissione della scorsa settimana, andiamo a vedere gli ultimi dati.

Secondo i sondaggi politici effettuati da Euromedia Research il Nuovo Centrodestra di Angelino Alfano si posiziona al 3,6%, percentuale dimezzata rispetto alle stime di Ipsos pubblicate in questi giorni.

Pubblicità
Pubblicità

In testa alla lista dei partiti rimane il Partito Democratico che ottiene il 26,5% delle preferenze. Chi cresce in maniera esponenziale è il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo, ora molto vicino a diventare il primo partito d'Italia: i pentastellati arrivano al 24,2%, dato di circa 4 punti superiore a quello di Ballarò.

Forza Italia tiene meglio rispetto al Nuovo Centrodestra dopo la scissione: il partito guidato da Silvio Berlusconi e appoggiato dai cosidetti falchi del #PdL, mantiene la considerevole percentuale del 20,1%.

Per gli altri partiti troviamo di centrosinistra troviamo Sinistra Ecologia e Libertà al 4,2%, mentre per il centrodestra la Lega Nord al 4,1%, Fratelli d'Italia al 3,5% e Movimento per l'Alleanza Nazionale al 2,1%.

Sempre alta la percentuale degli indecisi, partito al momento più numeroso d'Italia: attualmente vengono infatti stimati al 30,8%.

Pubblicità

#M5S