Con le dimissioni di Enrico Letta da Premier e l'imminente insediamento del segretario dei Pd, #Matteo Renzi, inizia ad impazzare il totoministri; l'attuale sindaco di Firenze infatti è deciso a cambiare quasi tutti i ministri per dare vita ad un nuovo #Governo. Nel web circolano diverse ipotesi, sono tanti i nomi messi in mezzo ma non ancora confermati da Renzi, colui che ha promesso di guidare l'Italia verso una svolta storica. Vediamo insieme come procede il totoministri..

Pubblicità

Pubblicità

Nuovo Governo Renzi: il totoministri

Il vice-Premier dovrebbe rimanere Angelino Alfano, leader del Nuovo Centro Destra; l'ex braccio destro di Silvio Berlusconi però rischia di perdere il Ministero dell'Intero.

Ministro Economia - Si saluta Fabrizio Saccomanni; tra i papabili al Ministero ci sono Andrea Guerra, Tito Boeri e Piercarlo Padoan. Non sono da escludere neanche Fabrizio Barca e Lucrezia Reichlin (economista). In pole ci sarebbe al momento l'amministratore delegato di Luxottica (Guerra).

Ministro Interni - Due nomi su tutti per questo posto: Dario Franceschini, ex segretario del Pd e Graziano Delrio.

Ministro Esteri - Qui ci sarebbe un ballottaggio tra l'attuale Emma Bonino e il Premier uscente Enrico Letta; Renzi però non vuole forzare la mano in questo Ministero.

Ministro Giustizia - Lascia il Ministero con ogni probabilità Anna Maria Cancellieri; al suo posto spazio a Michele Vietti, attuale vice presidente del Consiglio superiore della Magistratura..

Pubblicità

Ministro Lavoro - Vicino all'addio anche Enrico Giovannini; al suo posto in pole ci sarebbe Guglielmo Epifani, segretario del Pd per poco tempo (durante il passaggio da Bersani a Renzi). Si fanno anche i nomi di Marianna Madia e Tito Boeri.

Ministro Sviluppo Economico - Rottamazione in vista anche per Flavio Zanonato; in pole per la sua posizione ci sono ben quatrro nomi: Andrea Guerra (in corsa anche per il Ministero dell'Economia), Maurizio Martina, Vittorio Colao (amministratore delegato della Vodafone) e Piercarlo Padoan (anche lui in corsa per il Ministero dell'Economia).

Ministro difesa - Addio a Mario Mauro; l'idea di Matteo Renzi è quella di inserire una donna in questo Ministero. Ballottaggio tra Federica Mogherini e Roberta Pinotti.

Ministro Cultura - Per questo Ministero ci sarebbe in lizza due nomi importanti del PD, ovvero Dario Franceschini e Gianni Cuperlo; ma attenzione alle sorprese Alessandro Baricco (scrittore) e Paolo Mieli (giornalista).

Ministro Infrastrutture - Per questo Ministero sarebbero in lizza due sindaci: Michele Emiliano (sindaco di Bari) e Vincenzo De Luca (sindaco di Salerno).

Pubblicità

Difficile ipotizzare una conferma di Maurizio Lupi.

Ministro Agricoltura - Con le dimissioni di Nunzia De Girolamo, il Ministero sarà affidato a Oscar Farinetti.

Ministro Riforme - Addio a Quagliarello, spazio alla giovane Maria Elena Boschi.

Ministro Trasporti - Non ci sono nomi per questo Ministero; con ogni probabilità rimarrà a Maurizio Lupi.

Ministro Ambiente - Si parla di una conferma di Andrea Orlando.

Ministro Sanità - Anche in questo caso si va verso una conferma; il Ministero della Sanità rimarrebbe a Beatrice Lorenzin.

Insomma, si prevede una vera e propria rivoluzione all'interno del Governo. Già questo pomeriggio, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano inizierà le consultazioni; alla quale non parteciperanno la Lega Nord e il Movimento 5 Stelle.