Matteo Renzi, il leader che ha cambiato il centrosinistra negli ultimi anni.

Matteo Renzi

L'uomo politico fiorentino ha contrassegnato il movimento politico del centrosinistra negli ultimi anni.

Matteo Renzi è un personaggio politico italiano, nato a Firenze l'11 gennaio del 1975. La sua attività politica comincia già negli anni del liceo, per poi contribuire, successivamente, alla nascita dei Comitati Prodi in Toscana (siamo nel 1996). Nel frattempo, Renzi si iscrive al Partito Popolare Italiano, divenendone segretario provinciale nel 1999: il partito finisce nel gruppo della Margherita e nel 2003 ritroviamo Renzi a occupare nuovamente il posto di segretario provinciale. L'anno seguente conquista la presidenza della provincia di Firenze dove rimarrà fino al 2009. Il 29 settembre del 2008, Matteo Renzi si presenta alle elezioni primarie indette dal Centrosinistra per determinare la candidatura a Sindaco di Firenze, riuscendo a conquistare la maggioranza delle preferenze con il 40 per cento, davanti a Lapo Pistelli, Daniela Lastri e Michele Ventura. Il 22 giugno del 2009, dopo essere andato al ballottaggio con il candidato del Centrodestra, Giovanni Galli, ottiene la carica di Sindaco di Firenze ottenendo quasi il sessanta per cento delle preferenze.

La scalata di Renzi verso la guida del PD e del Paese

Il 29 agosto del 2010 lancia l'idea provocatrice della 'rottamazione senza incentivi' dei dirigenti storici del PD. Da questo momento la sua ascesa politica è inarrestabile: il 13 settembre del 2012 si candida alle elezioni primarie per la leadership della coalizione 'Italia Bene Comune', andando a sfidare personaggi di primo piano del centrosinistra come Pier Luigi Bersani, Nichi Vendola, Laura Puppato e Bruno Tabacci. Finirà comunque secondo dietro a Bersani, che conquisterà il massimo delle preferenze. Il 9 luglio del 2013 annuncia di candidarsi per la segreteria del Partito Democratico: i principali rivali di Renzi saranno Giuseppe Civati e Gianni Cuperlo. L'8 dicembre del 2013, Matteo Renzi trionfa e viene eletto segretario del Partito Democratico con più del 67 per cento delle preferenze. Nel giro di pochi mesi, Renzi si ritroverà Presidente del Consiglio, in seguito alle dimissioni dell'ex premier Enrico Letta: il 17 febbraio del 2014, infatti, Matteo Renzi viene convocato dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che gli affida l'incarico della formazione del nuovo Governo.

Renzi resta al Governo per oltre mille giorni, precisamente fino al 7 dicembre 2016, quando si dimette all'indomani della sconfitta del Sì al Referendum confermativo di riforma Costituzionale. Il 19 febbraio 2017 si dimette anche da segretario del PD, aprendo così la fase congressuale del partito. Alle elezioni Primarie del 30 aprile seguente Matteo Renzi sconfigge poi Andrea Orlando e Michele Emiliano, venendo così rieletto segretario nazionale del PD con il 69% dei consensi.

Who follows the Matteo Renzi channel?

Anna Giovanni July July Liliana Vinchi Giuseppe Sordini Nicola Liberati Gianpaolo Zanotto Patrizio Tana

Monthly react of the channel: 95.584

matteorenzi

20/10/2018

La #Leopolda non si spiega, si vive.E vivendola si incontrano persone diverse.Sindaci che curano la propria comunità, un professore che combatte l'ignoranza e difende i vaccini, uno scienziato che costruisce il futuro, giornaliste che difendono la libertà e lottano. Un uomo di spettacolo che sceglie di stare al gioco e alterna battute a riflessioni profonde, serie, sulla vita. Cinquanta tavoli che discutono per ore sul futuro di questo meraviglioso Paese. E centinaia di persone pronte a lanciare i comitati civici in ogni angolo dell'Italia.Mi scuso con le oltre mille persone rimaste fuori dai cancelli. Migliaia di persone dentro, migliaia di persone fuori: e meno male che ci considerano morti, altrimenti avremmo bloccato il viale e la tramvia.Non vi arrabbiate se anche domani troverete sui media retroscena che non hanno alcun legame con quello che abbiamo vissuto, gossip correntizio, ricostruzioni poco credibili: è che la Leopolda è difficile da spiegare anche per noi. Perché la verità è che i miracoli non si spiegano.E la Leopolda, da nove anni, è un miracolo. Che ogni anno sorprende. E appassiona persone incredibili. Io posso solo dirvi grazie, anche stasera.E aspettarvi qui domani, alle 12.30. Per un finale che sarà un nuovo inizio.#Leopolda9 #RitornoAlFuturo

matteorenzi

20/10/2018

Ieri sera la Leopolda9 ha tributato un applauso lunghissimo a Pier Carlo #Padoan. Migliaia di persone si sono alzate in piedi per dire grazie a chi in questi anni ha aiutato il Paese a passare dalla recessione alla crescita. E questo è avvenuto proprio nelle ore in cui, per colpa dell'arroganza di questo Governo, l'Italia riceveva la bocciatura delle agenzie di Rating. Proprio quando al Governo ci sono quelli che ci hanno fatto declassare, proprio quando Salvini e Di Maio regalano pezzi di Italia alla speculazione internazionale è più facile riconoscere il valore di persone come Padoan. La competenza contro la cialtronaggine, la serietà contro le bugie, la politica contro il populismo. Anche questa è la #Leopolda9

matteorenzi

19/10/2018

E' stata una serata incredibile, piena di entusiasmo, affetto e proposte. Mi piace augurarvi la buona notte con questo video, l'ultimo degli interventi dei ragazzi under 30 che hanno animato la #Leopolda9 stasera. Lei si chiama Abril e ha chiuso così: solo brividi, commozione e voglia di impegnarsi. Grazie a tutti ed a domani.

matteorenzi

19/10/2018

Pazzesche le ragazze del #volley, pazzesche. Viva l’Italia, viva queste campionesse strepitose!