Dopo le Elezioni Europee il Carroccio vede all'orizzonte l'alleanza con Marine Le Pen e la formazione del nuovo gruppo Parlamentare "European Alliance for Freedom". L'altro Matteo, sostenitore del No Euro, è il segretario della Lega Nord, Matteo Salvini, il candidato più votato d'Italia con circa 400 mila preferenze, 4° partito d'Italia con quasi il 7% dei consensi, e che ha raccolto lo 0,75% nel Sud, e lo 0,99% nelle isole.

La vittoria clamorosa del segretario federale che gli ha regalato la sua campagna elettorale "Basta Euro" e l'alleanza con i partiti euroscettici dei Paesi Ue, lo porterà al Parlamento Europeo più forte, inoltre all'orizzonte appare una nuova possibile alleanza anche con Forza Italia a condizione che quest'ultima esca dal PPE "a trazione Merkel-Junker", affermando che non è possibile immaginare un futuro Centro Destra dell'era berlusconiana.

Pubblicità
Pubblicità

Durante l'intervista a Mattino Cinque, il leader federale ha sottolineato che il Centro Destra è in estrema difficoltà, e che servono scelte coraggiose e importanti per combattere insieme contro un'#Unione Europea che sta affamando le popolazioni de Paesi Membri, rivelando che domani a Bruxelles gli eurodeputati di Forza Italia e del NCD si siederanno con la Merkel: "Se uno si siede con la Cancelliera tedesca, non si siede con la Lega".

Al contrario il suo primo incontro con "la truppa d'assalto", come l'ha definita Salvini, che formerà il gruppo "No euro", sarà con la leader francese Marine Le Pen, hanno aderito al nuovo gruppo del Parlamento Europeo, il Fpo austriaco, trattative in corso con Nigel Farage dell'Uk Independence Party, il partito popolare danese, il Pvv olandese, i democratici svedesi e la Vlaams Belang fiamminga: "L'euro è finito a Bruxelles e Berlino questa sera c'è qualcuno che non dorme".

Pubblicità

Infine come un fiume in piena il leader della Lega Nord ai microfoni di Sky Tg 24 ha lanciato una sfida in diretta tv al leader di FI, #Silvio Berlusconi, affermando di essere una speranza per il nuovo Centro Destra moderato e ha teso una mano al Cavaliere ricordandogli che se FI in vista del referendum per abolire la Riforma Fornero invitasse i suoi elettori ad andare nei comuni a firmare, la Lega Nord potrebbe riaprire le sue porte: "Ovunque in Europa si è affermato il centrodestra, tranne che in Italia. Il problema è che il centrodestra non c'è più: bisognerà reinventarlo".