Saranno presentati dal #Governo Renzi quattro emendamenti che saranno soppressivi di alcuni particolari punti del decreto legge della Pubblica amministrazione che comprende quella che viene definita la quota 96. Cos'era la quota 96? La quota 96 darebbe agevolazioni ai 4 mila pensionati della scuola a raggiungere la loro pensione entro il primo di settembre. Secondo la quota 96 infatti, i tutti i 4 mila pensionati scolastici che possiedono 60 anni d'età e che hanno 36 anni di contributi, oppure coloro che hanno 61 anni di età e 35 anni di contributi, potrebbero avere lo sblocco dalla riforma Fornero.

Tra i 4 mila sono compresi docenti e personale Ata. La riforma Fornero infatti non aveva tenuto conto della precedenza che aveva il sistema scolastico soprattutto per quanto riguarda la continuità e la funzionalità didattica.

Pubblicità
Pubblicità

La modifica non consisterebbe in un'agevolazione per il personale scolastico ma in una vera e propria correzione della norma considerata errata dal governo Renzi.

Modifica del tetto d'età pensionabile

È previsto inoltre un emendamento che cambierebbe e rivedrebbe i limiti d'età per il pensionamento d'ufficio. In altre parole si arriverebbe ad eliminare il tetto minimo dei 68 anni d'età che era stato inserito per i professori universitari e anche per i medici. Le soglie d'età che sono previste per il resto dei dipendenti pubblici rimangono quelle di 62 anni e 65 anni per i medici. Il tutto viene annunciato dal ministro delle PA, Marianna Madia.

La mossa del governo

Il governo con questo passo cerca una soluzione alla mossa lanciata da Cottarelli contro la quota 96. Cottarelli aveva scritto che il risparmio doveva essere utilizzato per una ripresa dell'occupazione in Italia e che le spese non andavano dunque incrementate.

Pubblicità

Cesare Damiano ha spiegato che già la soluzione per la quota 96 è andate in porto alla Camera e che il governo Renzi ha chiesto la fiducia. Ora il governo chiede alla politica di non cedere a pressioni provenienti dai tecnici ma di operare per il bene e la ripresa dell'Italia. #Matteo Renzi