Il referendum irlandese che ha sancito la vittoria e dunque la legalizzazione delle nozze omosessuali, non può che essere considerato un precedente illustre anche per l'Italia. Le analogie tra i due Paesi sono molte, a cominciare dalla radicata presenza interna della Chiesa cattolica. 

Tra i primi a commentare l'esito del voto è stato Angelino Alfano, segretario del Nuovo Centrodestra, il partito più restio ai matrimoni tra persone dello stesso sesso: "La nostra posizione è chiara: sì alle unioni civili, sì al riconoscimento dei diritti delle persone con un rafforzamento patrimoniale di questi diritti, no alla equiparazione al #Matrimonio, no alla reversibilità della pensione, no alle adozioni dei figli".

Pubblicità
Pubblicità

"Le coppie omosessuali sono un fenomeno diffuso nella nostra società - ha aggiunto - e attualmente esiste un vuoto normativo che crea diseguaglianze e confusione". "Ho presentato una proposta di legge - ha concluso Alfano - e ora all'interno del mio partito oggi c'è un atteggiamento di apertura".