Pubblicità
Pubblicità

Per continuare a crescere, l'azienda che ha creato l'app di messaggistica istantanea più utilizzata al mondo, #Whatsapp, ha annunciato che dal prossimo 31 dicembre l'applicazione smetterà di funzionare su alcuni dispositivi che non dispongono dei requisiti necessari per supportare i prossimi aggiornamenti. All'inizio del 2017, il servizio gestito dalla multinazionale americana - oggi di proprietà di Facebook - aveva già effettuato una prima selezione, quando smise di essere attivo su alcuni cellulari che montavano le versioni precedenti di #Android 2.3.3, iPhone 3GS/iOS 6, Windows Phone 7.

Queste cernite sono necessarie affinché l'applicazione possa sempre risultare al passo coi tempi, funzionando correttamente su tutti i dispositivi [VIDEO].

Pubblicità

Infatti l'evoluzione tecnologica della chat non può essere supportata da quegli smartphone che risultano ormai piuttosto "datati".

In quali dispositivi smetterà di funzionare?

Alcuni dei modelli indicati da WhatsApp, appartengono a delle famose aziende che, col tempo, non sono riuscite a confermare la loro presenza sul mercato, non riuscendo ad andare incontro alle esigenze degli utenti, né al costante progresso delle applicazioni. Tra questi ci sono i #BlackBerry 10, Blackberry OS, Symbian S60 e Nokia S40, ai quali si aggiungono anche Windows Phone 8.0, Android 2.1 e 2.2. Questa decisione ha generato qualche malumore tra la clientela che ha iniziato a chiedersi se gli aggiornamenti di Whatsapp non stiano ormai diventando soltanto un inutile accumulo di memoria nei device.

Per continuare ad usare l'applicazione, la società ha fornito delle utili indicazioni all'utenza: "Se si utilizza uno dei dispositivi elencati e si vuole continuare ad utilizzare WhatsApp, è necessario installare un sistema operativo più recente".

Pubblicità

Nel comunicato ufficiale, i responsabili della app di messaggistica hanno aggiunto: "Queste piattaforme ci sono state di grande aiuto quando l'applicazione è stata lanciata, ma adesso sembra che non siano più in grado di supportare i continui aggiornamenti che abbiamo programmato per i nostri utenti".

WhatsApp: gli utenti si dividono

I costanti aggiornamenti che vengono introdotti all'applicazione di messaggistica istantanea non sempre sono considerati positivamente dagli utenti che, di recente, hanno dimostrato di avere dei pensieri contrapposti: da un lato ci sono coloro che si dicono soddisfatti delle costanti novità della chat; dall'altro invece ci sono i clienti che le considerano inutili.

Tra le funzioni più recenti, quella legata alla pubblicazione di storie temporanee (come già avviene con Facebook e Instagram) ha suscitato il malcontento di gran parte dell'utenza di WhatsApp, che non la ritiene affatto indispensabile, affermando che certi aggiornamenti si potrebbero tranquillamente evitare.