Alle ore 18 si disputerà il Clasico di Spagna; la sfida eterna tra Barcellona e Real Madrid. Entrambe le squadre sembrano essersi risparmiate in Champions League (basta ricordare il passeggiare in campo di Messi contro il Milan) per essere pronte all'appuntamento di questa sera.

Fino all'anno scorso le grandi rivali erano distanti non solo ideologicamente (per gli spagnoli il Real rappresenta il potere e il Barcellona l'alternativa al sistema), ma anche come stile di gioco agli antipodi.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Real Madrid

Il Barcellona sempre con il possesso del gioco e della palla; il tiki-taka di memoria "guardiolana" a volte troppo lezioso, ma splendido da vedere per le capacità di passarsi infinite volte la palla in pochi metri.

Dall'altra il Real Madrid feroce nel pressing e cattivo in contropiede come da impostazione scuola Mourinho.

Quest'anno invece i 2 nuovi allenatori si stanno muovendo verso strade diverse. Tata Martino chiede al suo Barca di muoversi anche in verticale e di essere a volte più cinico tirando magari anche quando la palla non è ad un metro dalla porta. Ancelotti invece ha puntato di più sul possesso palla e su un gioco più offensivo che possa esaltare le capacità tecniche di Ronaldo e compagni.

In campo la gara si annuncia equilibrata; il Barcellona dovrà sfruttare di più Neymar, fin qui solo "messaggero" di Messi e puntare in velocità la difesa madrilena che potrebbe risentire della differenza di passo esistente.

Il Real Madrid dovrebbe copiare il Milan di martedì; nessuna punta vera, ma Ronaldo finto 9 per aggirare la difesa alta dei padroni di casa con le altre "frecce" Bale (fin qui monocorde e non all'altezza della cifra spropositata spesa per lui) e Di Maria.

I migliori video del giorno

Queste le formazioni:

Barcellona (4-3-3): Valdes, Dani Alves, Piquè, Puyol, Adriano, Xavi, Busquets, Iniesta, Pedro, Messi, Neymar.

Real Madrid (4-3-3): Lopez, Arbeloa, S.Ramos, Varane, Marcelo, Khedira, Illarramendi, Modric, Di Maria, Ronaldo, Bale.