Una Fiorentina, ben messa in campo, ha battuto la squadra ucraina del Dnipro in trasferta con il risultato di 1-2.Gara valida come secondo turno della fase a gironi di Europa League. La vittoria dei viola assume dei contorni più decisi, perchè i gigliati hanno vinto, in pratica senza attaccanti di ruolo dato che Gomez, Rossi e Rebic, nonché Ilicic erano indisponibli. Quindi è toccato al centrocampo viola prendere sulla spalle il fardello delle conclusioni a rete e grazie ad Ambrosini è riuscito a scardinare la difesa ucraina e a portare tre punti importantissimi a casa, in chiava qualificazione ai sedicesimi di finale di Europa League.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Fiorentina

Gli uomini di Montella, sono apparsi in serata di grazia nonostante le numerose assenze, e soffrendo non poco sono riusciti a vincere su di un campo come quello del  Dnipropetrovsk molto insidioso, dove ad esempio lo scorso anno il Napoli, ne beccò tre.

Le reti portano la firma di Seleznyov per gli ucraini , e di  Rodriguez e Ambrosini  per i viola.

Protagonista della gara è stato  Ambrosini, vero leader del centrocampo viola che ha usufruito anche della sua lunga esperienza europea maturata in passato con la maglia del Milan. Con questa vittoria, i viola si portano in testa alla classifica del proprio girone con 6 punti. Al secondo posto c'è il Dnipro con 3 punti. Seguono Pandurii Targu-Jiu e Pacos Ferreira con un solo punto.

Ed è proprio il centrocampista fiorentino Massimo Ambrosini, a rilasciare alcune importanti dichiarazioni al termine del match vinto contro la compagine ucraina. Ecco quanto evidenziato ai microfoni di Mediaset: "Il loro pari ci ha caricato, sono contento del gol che ha contribuito a far vincere la squadra.

I migliori video del giorno

L'Europa League è una competizione a cui teniamo e vogliamo arrivare più avanti possibile. Eravamo in emergenza ma abbiamo avuto lo spirito giusto. Il mio passato al Milan ? Potevo ritornare utile ? Sono impegnato a fare il mio meglio per la Fiorentina, non è mia intenzione far polemiche. Nessun rimpianto. Il Milan è una grande squadra, un po' di difficoltà in questo momento ma rimane una grande squadra".

Ecco di seguito il tabellino della gara:

Dnipro (4-4-2): Boyko; Mandzyuk (79' Bruno Gama), Cheberyachko, Mazuch, Strincic; Kankava, Rotan, Konoplyanka, Fedetskiy (650' Matheus), Zozulya, Seleznyov. All. Ramos. A disposizione: Lastuvka, Kobakhidze, Shakov, Plitylo

Fiorentina (3-5-2): Neto; Roncaglia, Gonzalo, Compper; Cuadrado (78' Joaquin), Pizarro, Bakic (54' Borja Valero); Ambrosini, Alonso; Matos, Fernandez (85' Tomovic). All. Montella. A disposizione: Munua, Savic, Madrigali, Gulin

Arbitro: Szymon Marciniak

Marcatori: 58' Seleznyov (D), 53' Rodriguez, 72' Ambrosini (F)

Ammoniti: Pizarro, Cuadrado, Bakic (F)

Espulsi: Pizarro (F)