Un bel Napoli batte 2-0 un Torino rimaneggiato e in ombra al San Paolo nel "lunch-match" delle 12:30. Benitez risparmia Behrami (al suo posto Dzemaili), conserva Callejon per la ripresa e conferma il belga Mertens dall'inizio con Hamsik e Insigne. Tutti dietro Gonzalo Higuain. "Mister Libidine", al secolo Giampiero Ventura, in piena emergenza; c'è Masiello sulla fascia mancina e Cerci a supporto di Barreto unica punta.

Sin dalle prime battute si è capito quale fosse il leitmotiv della gara: Napoli che impone il suo gioco, Torino attendista e pronto a ripartire.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie A

Insigne, al 5', non sfrutta una grande occasione: solo, davanti a Padelli, pretende un dribbling di troppo e si lascia bruciare dai difensori granata prima di tirare. Al 13' Bellomo atterra Mertens: rigore per i partenopei.

Si presenta Higuain dal dischetto e non sbaglia. In delirio il San Paolo. Ci riprova poco dopo El Pipita con un tiro di poco fuori. Si diverte il Napoli in cerca del raddoppio: triangolo Mertens-Higuain, con l'argentino che non riesce a dare potenza a un pericoloso diagonale. Arriva il secondo – contestatissimo - rigore per gli azzurri: fallo di mano dubbio di Kamil Glik, perché il braccio è attaccato al corpo. De Marco di Chiavari, che aveva lasciato correre, concede la massima punizione dopo essersi consultato con l'assistente. 2-0 Napoli, doppietta Higuain (al quinto gol in campionato). C'è ancora tempo per le occasioni: Insigne spreca una grandissima chance dopo un uscita a vuoto di Padelli, che svirgola e consente all'attaccante di Frattamaggiore di trovarsi la porta davanti senza estremo difensore.

I migliori video del giorno

Il fantasista cerca il cucchiaio ma D'Ambrosio gli devia la palla in corner. I granata si affacciano di rado dalle parti di Reina; Alessio Cerci costringe l'ex Liverpool all'intervento in angolo su calcio piazzato. A fine primo tempo Glik, su azione d'angolo, si gira di destro e manda la palla di poco fuori sopra la traversa. Ultima occasione prima del duplice fischio.

La ripresa si apre con due sostituzioni granata: escono Gazzi (per Basha) e, a sorpresa di tutti, Cerci (entra Meggiorini). Il canovaccio del secondo tempo però non cambia: Napoli padrone del campo e del gioco, gestisce il pallone con grande superiorità e concede poco o nulla ai granata, costretti a rintanarsi nella loro metà campo. Dopo pochi minuti Mertens innesca Hamsik che schiaccia la conclusione e non sfrutta l'occasione per il terzo gol. Al 18' Barreto spreca una buona opportunità, svirgolando il tiro al limite dell'area. Al 20' Insigne sparacchia sulla traversa dopo un'azione che avrebbe potuto gestire meglio.

Subito dopo, Mertens fa tutto da solo e lascia partire un destro che Padelli ribadisce in angolo. Non mancano le occasioni da ambo le parti: bella parata di Reina sul bolide di Meggiorini e ottimo riflesso di Padelli su Callejon lanciato a rete. Rosso Basha, che si appende a Pandev lanciato verso la porta (fallo da ultimo uomo). Ancora Reina bravo a respingere un diagonale di Riccardo Meggiorini. Napoli in festa con il "ritrovato" Higuain, Torino a casa con un pugno di mosche.       

Tabellino e pagelle di Napoli-Torino 2-0 (2-0)

Marcatore: 13' (r) e 32' (r) Higuain

Napoli (4-2-3-1): Reina 6.5, Maggio 7, Fernandez 6.5 , Albiol 6.5 , Armero 6 ; Inler 6 , Dzemaili 6.5 ; Insigne 6.5, Hamsik 6 (80' Zapata sv), Mertens 7.5 (75' Pandev 6); Higuain 7 (67' Callejon 6.5). Allenatore: Rafa Benitez 6.5

Torino (3-5-2): Padelli 6 , Darmian 5.5 , Glik 6 , Moretti 6 , D'Ambrosio 5.5 (61' Maksimovic 6), Gazzi 5.5 (46' Basha 5), Vives 5.5, Bellomo 5.5, Masiello 5 , Cerci 6 (46' Meggiorini 6.5), Barreto 5.5. Allenatore: Giampiero Ventura 5.5.

Arbitro: De Marco di Chiavari 5

Ammonito: Fernandez (N)

Espulso: Basha (T).