Torna il campionato e torna anche la rubrica dei pronostici di Serie A per le partita della ottava giornata in programma il 18, 19 e 20 ottobre. Lo spettacolo inizierà domani, di venerdì, con l'anticipo degli anticipi, ovvero Roma-Napoli. Spettacolare perché all'Olimpico tutto mancherà fuorché le belle giocate ed i gol. A rischiare di più non sono i padroni di casa ma proprio i partenopei, che hanno dimostrato nel recente passato di avere ancora lacune in difese, e l'assenza di Zuniga e forse anche quella di Albiol giocheranno a sfavore degli ospiti.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Pronostici Calcio

Sabato 19 ottobre invece sono in programma i due anticipi Cagliari-Catania e Milan-Udinese. Va da sé che nel primo incontro delle 18 tra sardi ed etnei potrebbe giocare un ruolo fondamentale lo stadio, dal momento che i rossoblu tornano a giocare nel loro Sant'Elia, dove mancavano dall'aprile del 2012.

Quale migliore occasione per tornare alla vittoria che manca dalla prima giornata? A San Siro padroni di casa convalescenti, reduci da due ko clamorosi contro Caen e squadra Primavera. Può Balotelli risolvere da solo, come l'anno scorso, anche questa partita?

La domenica inizierà come di consueto con il lunch match Atalanta-Lazio. Non è scontata la vittoria biancoceleste, tutt'altro. La partita più importante delle 15 si disputerà al Franchi, dove la Fiorentina è chiamata a fermare la Juve, un'impresa più complicata rispetto allo scorso anno quando il match terminò sullo 0-0. Tra Sassuolo e Bologna facile che vinca la paura, così come tra Genoa e Chievo. Più aperta invece la sfida del Picchi, dove la Samp proverà a riprendere il cammino perduto. Spensieratezza e gol invece al Bentegodi dove si affrontano Hellas e Parma.

I migliori video del giorno

L'ottava giornata di Serie A, e di conseguenza i nostri pronostici, si concludono domenica sera alle 20.45 con il posticipo Torino-Inter. Nonostante alcuni problemi di formazione i nerazzurri di Mazzarri sono favoriti rispetto ai granata, per un discorso tecnico ma anche motivazionale, nel senso che il possesso palla delle squadre di Ventura ha da sempre favorito le squadre del livornese e poi perché questa è la prima partita dell'era Thohir. Serve altro?