Tre giorni a Milano per dettare le linee della rivoluzione. Ecco Erick Thohir, neo azionista di maggioranza e neo presidente dell'Inter. La rivoluzione parte dal Calciomercato, quello che si aprirà ufficialmente a gennaio e che dovrebbe portare a Milano di sicuro un top player.

Il nome che circola con insistenza in queste ore, notizie aggiornate al 17 novembre 2013, è quello di Dzeko del Manchester City, che tutti dicono sul piede di partenza per via di una serie di motivi tra cui quello di una non facile convivenza con l'allenatore del club inglese.

Considerevole la contropartita economica che l'Inter propone al Manchester ed a questo punto sembrerebbe proprio difficile un rifiuto da parte del club inglese, che di richieste per Dzeko ne continua a ricevere anche da altre squadre italiane ed europee.

Dzeko si andrebbe ad inserire alla perfezione nel modulo offensivo di Mazzarri, che non può certamente contare sul solo Placio né tantomeno sul rendimento altalenante di Belfodil, per non parlare poi di Icardi spesso costretto a stare fuori per vari guai fisici che non lo abbandonano.

Se la trattativa per portare Dzeko in nerazzurro saltasse, ecco pronta l'alternativa, non certo di seconda scelta, visto che il nome è quello di Osvaldo, punta ex Roma, tornato titolare nella Nazionale di Cesare Prandelli, attualmente in forza al Southampton dove però non sta riuscendo a rendere per come dovrebbe e per come sa per via di un ambientamento alle abitudini del calcio inglese che che tarda ad arrivare.