Da giugno Antonio Di Natale non sarà più un calciatore. Lanotizia arriva dopo la pesante sconfitta casalinga contro il Verona per 3-1.Capitan Di Natale, subito intervistato dai microfoni Sky, ha rilasciato laseguente dichiarazione: "Dispiace per lasconfitta, perché dopo una bella prestazione a Livorno oggi abbiamo sbagliatogara, poi loro hanno fatto un tiro solo e tanti episodi a favore. Attorno a meci sono troppe chiacchiere, vedremo a giugno che succederà.

Ho fatto più golche cene con mia moglie, critiche ingiuste. A giugno finisce qui! Mi ritiro!"

L'attaccante, parso molto amareggiato e deciso, infine ha aggiunto:"Ho già parlato col mio procuratore e con la mia famiglia, è tutto deciso. Perora penso solo all'Udinese che per me è una famiglia, dobbiamo finire la stagionenel migliore dei modi."

Di Natale si è tolto anche qualche sassolino sulle critichedelle ultime settimane per il suo digiuno di reti: "Negli ultimi anni ho fattopiù gol di quante volte sono andato al cinema con mia moglie - la battuta -comunque nel calcio è così, io penso solo alla squadra e a ripartire giàgiovedì, abbiamo una partita importante in Coppa Italia".

Di Natale lascerà il calcio giocato dopo circa 10 anni adUdine. Nato a Napoli da papà Salvatore, portantino del pronto soccorso diprofessione imbianchino, e mamma Giovanna. Ha tre fratelli, Paolo, Michele eCarmine, e una sorella, Anna, a cui si aggiungerà poi Angelo, un trovatello di11 anni che Di Natale chiama affettuosamente Masaniello.

Si trasferisce ragazzino a Empoli per inseguire il suo sognodi fare il calciatore.

Qui, diciannovenne, ai tempi della primavera, conosceIlenia Betti, che sposa il 15 giugno 2002, e da cui ha avuto due figli, Filippoe Diletta. Trasferitosi a Udine, città dove i suoi figli sono cresciuti,nell'agosto 2010 rifiuta il trasferimento alla Juventus proprio per evitarealla propria famiglia un cambiamento di città e di vita.

Ha vinto per 2 stagioni consecutive (2009-10 e 2010-11) laclassifica cannonieri della Serie A.

Il 24 gennaio 2011 è stato nominatoMigliore calciatore italiano 2010 dall'Associazione Italiana Calciatori (AIC)ed è stato accostato per numero di reti segnate (67), ai calciatori LionelMessi (82) e Cristiano Ronaldo (86), gli unici ad aver segnato più di luidall'inizio della stagione 2009-2010 a dicembre 2011.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto