La sessione invernale di Calciomercato è terminata da qualche giorno, ma le vicende ad essa legata sono ancora vive e vegete. Il mese di gennaio ha lasciato strascichi importanti: basti pensare allo scambio Guarin-Vucinic o alle mancate cessioni di Ranocchia e Quagliarella. 

Ci riferiamo ovviamente a Inter e Juventus, in questo caso protagoniste assolute. Mentre il caso Guarin-Vucinic, che per giorni ha riempito le prime pagine dei quotidiani durante il mese scorso, sembra essere rientrato con tanto di reintegro in rosa dei due giocatori (il colombiano ieri si è allenato col gruppo, il montenegrino è stato addirittura schierato nella partita Juventus-Inter), lo stesso non si può dire per Ranocchia e Quagliarella.

Il difensore azzurro, infatti, dopo la mancata cessione al Galatasaray, che sembrava in fase di definizione (bloccata per le richieste esose del calciatore al club turco), è tornato ad allenarsi coi compagni. Ma difficilmente la permanenza in nerazzurro si protrarrà oltre il mese di giugno: Ranocchia, in scadenza di contratto nel 2015, si incontrerà coi dirigenti della società meneghina e insieme decideranno il da farsi. Molto probabile la cessione a fine stagione. 

Destinato ad abbandonare la squadra è anche Quagliarella. Le polemiche sollevate dal suo procuratore Bozzo in seguito all'esclusione dell'attaccante dalla lista UEFA non sono passate inosservate: stando a quanto riportato da Sky, la Juventus avrebbe deciso di mettere fuori rosa il calciatore e farlo allenare a parte. L'allenamento differenziato è stato successivamente confermato all'Ansa da Marotta, che ha però smentito la notizia secondo la quale l'attaccante di Castellamare di Stabia sarebbe stato messo fuori rosa, imputando la decisione di far allenare Quagliarella a parte allo stato influenzale del calciatore, che sarà presto reintegrato in rosa.  

Tutto risolto, all'apparenza. Sia Guarin che Ranocchia si allenano ma, a meno di clamorosi colpi di scena, a giugno le luci dei riflettori del calciomercato torneranno ad illuminare i due calciatori.
Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto