È giunta al capolinea l'avventura di Clarence Seedorf sulla panchina del Milan. Un lungo vertice, durato oltre 3 ore, tenutosi ad Arcore tra Adriano Galliani, Filippo Inzaghi e Silvio Berlusconi ha condotto la dirigenza rossonera alla decisione di finale. Cambio di panchina: via Seedorf, Filippo Inzaghi sarà il nuovo allenatore del Milan.. I 35 punti ottenuti grazie alle 11 vittorie e ai 2 pareggi in 19 partite di Serie A non sono bastati al tecnico olandese per tenersi stretta la panchina rossonera. Filippo Inzaghi, attuale allenatore della Primavera del Milan, con cui ha vinto il Torneo di Viareggio lo scorso febbraio, è pronto a compiere il grande passo e a prendere in mano le redini della prima squadra.

L'ANNUNCIO - Non c'è ancora l'annuncio ufficiale, ma arriverà a breve: prima ci sarà da lavorare sull'addio di Clarence Seedorf, legato al club da un pesantissimo contratto da 3 milioni di euro netti annui fino al 30 giugno 2016. La questione è spinosa, i milioni in gioco sono tanti e, non essendosi qualificato alle coppe europee, il Milan dovrà tentare di giungere a una risoluzione contrattuale meno dolorosa possibile per quanto riguarda l'aspetto economico. Ma ormai la decisione è stata presa, indietro non si torna: il Milan a Pippo Inzaghi.

I NUMERI DI SEEDORF - L'olandese lascerà il Milan dopo 22 partite, 19 delle quali in Serie A. 11 le vittorie, 2 i pareggi e 6 le sconfitte. Nelle altre competizioni 3 partite e 3 sconfitte: 1 in Coppa Italia (contro l'Udinese), 2 in Champions League (contro l'Atletico Madrid).

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Milan
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!