Stagione da dimenticare per il Milan: la dirigenza rossonera è già proiettata verso la sessione estiva di Calciomercato che potrebbe portare ad una rivoluzione della rosa milanista. Non sono escluse cessioni eccellenti come quelle di Mattia De Sciglio e Mario Balotelli, attenzione anche alle situazioni di Christian Abbiati e Ricardo Kaka che non porterebbero grosse cifre in caso di cessione, ma un loro addio permetterebbe al club di tagliare le spese sul budget stipendi.

Calciomercato Milan: rivoluzione in vista, dai giocatori allo staff tecnico

Cessioni eccellenti - Non è un mister che in casa rossonera si stia pensando alla cessione di due pezzi pregiati: Mattia De Sciglio e Mario Balotelli.

Ma dove potrebbero trasferirsi? A quale prezzo? Il terzino milanista è stato protagonista di una stagione difficile, con tanti infortuni che hanno bloccato la sua crescita. Nonostante ciò, il difensore ha parecchio mercato e tanti estimatori: tra questi spunta il tecnico dei merengues Carlo Ancelotti che vorrebbe portarlo con sé a Madrid. E l'attaccante ex City? Sono poche le società che possono permettersi il suo ingaggio: attualmente, secondo le varie voci dei media italiane, possiamo segnalare solamente l'interesse di Chelsea e Monaco. Dalla doppia cessione, il Milan vorrebbe portare a casa dai 40 ai 50 milioni di euro, cifra comunque difficile da raggiungere.

Gli altri "big" - Da tenere sotto controllo anche la situazione di Christian Abbiati e Ricardo Kaka: i due giocatori rappresentano due elementi d'esperienza della rosa milanista, ma entrambi hanno degli ingaggi importanti e potrebbero ottenere la rescissione consensuale.

Il portiere in caso di addio appenderebbe gli scarpini al chiodo, il brasiliano invece si trasferirebbe subito in America, dove le offerte non gli mancano: tra i club più interessati c'è l'Orlando City.

Rivoluzione nello staff tecnico - Attenzione anche ai movimento sullo staff tecnico: la conferma di Clarence Seedorf non è sicuramente scontata, nonostante un ricco contratto pluriennale.

L'idea della società è quella di promuovere da subito Filippo Inzaghi, attuale mister della Primavera del Milan, come tecnico della prima squadra. Prima però il club rossonero dovrà trovare un accordo con l'olandese per la rescissione del contratto, onde evitare di pagare due stipendi. In bilico anche la presenza dello storico secondo allenatore Mauro Tassotti, tentato dall'avventura all'estero come vice di Massimiliano Allegri.

Il mercato "baby" - Bryan Cristante doveva esplodere in questa stagione: peccato che il centrocampista classe '95 abbia trovato le porte chiuse in prima squadra. Il giocatore ha voglia di giocare e sarebbe pronto a lasciare Milano se non dovesse far parte del progetto: sul giovane calciatore cresciuto nelle giovanili rossonere è cercato in Italia e all'estero. La sua permanenza a Milanello è legata al prossimo allenatore del Milan. Intanto in entrata si sonda il mercato spagnolo: piace Ander Herrera, centrocampista 22enne di proprietà dell'Athletic Bilbao.

Per il Milan si prospetta una sessione estiva di calciomercato ricca di cambiamenti: l'amministratore delegato Adriano Galliani dovrà compiere miracoli con un budget iniziale per gli acquisti nullo.

Il dirigente rossonero dovrà sfruttare le sue conoscenze e la sua esperienza per riportare il club ai vertici del campionato italiano.

Segui la pagina Milan
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!