Vittoria tanto fondamentale quanto incredibile quella conquistata dalla Juventus a Lione (1-0), al termine di una partita emozionante, dai mille volti e dai mille patemi per i tifosi bianconeri. Un match che vale oro per la classifica del gruppo H che vede la Juve attualmente appaiata al Siviglia a quota sette punti (ma con una migliore differenza reti).

La formazione di Allegri ha cominciato bene il match, facendo la partita, anche grazie all'atteggiamento piuttosto rinunciatario di un Lione che ha preferito aspettare per poi cercare di colpire il proprio avversario nelle ripartenze. Dopo una buona occasione per Bonucci (conclusione ribattuta da Khedira), la clamorosa occasione per passare in vantaggio capita proprio al Lione.

Bonucci trattiene Diakhabi in area con il direttore di gara che comanda il rigore: dal dischetto Lacazette si fa ipnotizzare da Buffon che si butta alla propria sinistra deviando la conclusione.

Lione-Juventus 0-1: decide Cuadrado, eroico Buffon, bianconeri in 10 contro 11 nella ripresa

Lione decisamente più intraprendente nella ripresa e la Juve dimostra di soffrire il cambiamento tattico degli avversari. Dopo cinque minuti Buffon compie il secondo miracolo della serata, deviando in modo pazzesco una conclusione praticamente a botta sicura di Tolisso. Passano quattro minuti e per la Juve si mette davvero male: Lemina rimedia il secondo giallo e i bianconeri restano in dieci.

Il Lione, galvanizzato per la superiorità numerica, si butta in avanti alla ricerca della rete del vantaggio e la Juve soffre.

Al 69esimo, Allegri butta nella mischia Cuadrado al posto di uno spento Dybala e due minuti dopo, Buffon è ancora straordinario nel respingere d'istinto un colpo di testa ravvicinatissimo di Tolisso. E' il momento peggiore per la formazione di Allegri ma ad un quarto d'ora dalla fine arriva l'inaspettato gol-partita:Cuadrado punta Morel sulla destra e sorprende Lopes con una conclusione improvvisa sul primo palo.

Splendido gol e Juventus in inferiorità numerica ma avanti. Forcing finale dei francesi e Juve che si difende con il coltello tra i denti. L'ultima occasione capita a Ghezzal ma il pallone termina a lato. Ora la Juventus aspetterà il Lione allo Stadium di Torino per un match che, in caso di vittoria, significherebbe qualificazione matematica agli ottavi.

Per il primo posto, poi, sarà duello col Siviglia.

Lione-Juve, voti Gazzetta dello Sport Champions League, martedì 18 ottobre 2016

Lopes 5,5; Yanga-Mbiwa 6 (Ghezzal 5), Nkolou 6,5, Diakhaby 6,5; Rafael 5,5, Darder 6 (Ferri 5,5), Gonalons 6,5, Tolisso 6,5, Morel 5; Fekir 6,5, Lacazette 5 (Cornet 5,5).

Buffon 9; Barzagli 6, Bonucci 5,5, Evra 6; Dani Alves 5,5 (Benatia senza voto), Khedira 5 (Sturaro 6), Lemina 5,5, Pjanic 6, Alex Sandro 6,5; Dybala 5,5 (Cuadrado 7), Higuain 6,5.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Champions League
Segui
Segui la pagina Fantacalcio
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!