Chiuso il mercato invernale 2018, oggi 2 febbraio è tempo di primi bilanci per le formazioni del campionato di serie B. Come al solito, sarà poi il campo da gioco l'unico e infallibile giudice che premierà o meno le scelte operate dai club. Ma, almeno sulla carta, si possono esprimere pareri oggettivi sulle squadre che hanno messo a segno i maggiori colpi, meritando l'oscar del mercato.

Al Parma, l'oscar del mercato

E' il caso del Parma che viene da tutti indicata come l'indiscussa regina di questa sessione, avendo effettuato, forse, gli acquisti più importanti che di fatto la inseriscono nel lotto di quelle 5/6 squadre che possono aspirare alla promozione diretta in serie A.

Un nome su tutti, Amato Ciciretti che già nello scorso campionato ebbe la soddisfazione di arrivare nella massima serie con il Benevento al termine dei play off e che anche quest'anno potrebbe illuminare con le sue giocate la squadra emiliana. Ma non bisogna dimenticare Alessio Da Cruz, altro attaccante molto dotato tecnicamente e il terzino Gazzola che arriva dal Sassuolo, mentre a centrocampo Vacca potrebbe all'occorrenza ricoprire più ruoli. Se poi ducali dovessero recuperare l'altro attaccante Ceravolo allora sarà difficile per tutti limitare la spinta offensiva della formazione di D'Aversa.

Insomma il voto per il mercato del Parma non può essere inferiore a 8 e questa potrebbe essere la nuova formazione, (in grassetto i nuovi acquisti): 4-3-3, Frattali; Gazzola, Iacoponi, Lucarelli, Gagliolo; Schiavone, Scozzarella, Dezi; Ciciretti, Calaiò, Da Cruz

Un aggettivo per definire il mercato del Foggia, stravolgente.

Il ds Nember ha di fatto rivoluzionato la formazione, mettendo in condizione il tecnico Stroppa di arrivare senza problemi all'obbiettivo stagionale del club, la salvezza. Oltre agli acquisti ed allo sfoltimento della rosa il dirigente ha ufficializzato il rinnovo contrattuale del bomber Mazzeo. Tra gli acquisti di maggior rilievo citiamo i difensori Tonucci e Calbresi, i centrocampisti Zambelli Greco e Kragl e l'attaccante Duhamel.

Certamente l'elemento di maggio spicco è Kragl che ha già dimostrato tutto il suo valore nella vittoria ottenuta dal club rossonero in trasferta con la Virtus Entella. Voto 7,5. Questa la probabile formazione: 3-5-2, Guarna; Tonucci, Camporese, Calabresi; Zambelli, Agazzi, Greco, Agnelli, Kragl; Mazzeo, Duhamel.

Il Carpi con poche novità, ma tutte azzeccate, ha sicuramente rinforzato la sua formazione e nel volatone finale per la serie A si candida di diritto.

Garritano, Di Chiara, Calapai e l'attaccante Melchiorri, uomo in grado di fare la differenza in Serie B, sono perfetti per il modulo tattico del tecnico Calabro, un 4-4-2 che può dargli tante soddisfazioni, con l'attuale rosa. Voto 7. La formazione: Colombi; Pachonik, Ligi, Poli, Di Chiara; Calapai, Sabbione, Verna, Garritano; Mbakogu, Melchiorri.

Pro Vercelli e Foggia hanno cambiato di più

Dopo il Foggia è la Pro Vercelli ad aver maggiormente rivoluzionato il proprio organico. Il club piemontese vuole assolutamente tirarsi fuori dalle sabbie mobili della classifica e ha operato una lunga serie di acquisti che potrebbero servire a tale scopo. Il tecnico Grassadonia ritrova l'attaccante Reginaldo, ma non si possono dimenticare Alex, Kanoute.

Pigliacelli, Gozzi, Alcibiade e Paghera. Sono ben 7 i nuovi innesti in una formazione che, con lo schieramento 4-3-3, potrebbe essere questa: Pigliacelli; Ghiglione, Gozzi, Alcibiade, Mammarella; Paghera, Vives, Castiglia; Alex, Reginaldo, Kanoute. Voto 7

Anche se la critica è stata scettica sul mercato dell'Avellino, occorre riconoscere che il club campano ha subito durante il campionato una serie di sfortunati episodi, tra infortuni e sconfitte immeritate, che in parte ne hanno condizionato il cammino. La rosa non è stata stravolta, anzi, sono arrivati il difensore Suagher, il centrocampista De Risio e gli attaccanti Vajushi e Cabezas, calciatore dotato di ottima tecnica. Non è partito l'altro forte attaccante Ardemagni per cui tutto sommato l'Avellino potrà recitare la sua parte fino al termine del torneo raggiungendo i suoi obbiettivi.

Voto 6,5. La probabile formazione è la seguente: 4-3-3: Radu; Ngawa, Morero, Migliorini, Laverone; D'Angelo, Di Tacchio, De Risio; Vajushi, Ardemagni, Cabezas.