Uno dei primi acquisti dell'Inter targata Suning è stato quello di Gabriel Barbosa, noto anche come Gabigol, arrivato per 30 milioni di euro dal Santos nel 2016, negli ultimi giorni di agosto. Un acquisto che ha fatto molto rumore, con tanto di presentazione in pompa magna all'Auditorium Pirelli, che ha scomodato paragoni illustri come quello con Ronaldo il "Fenomeno".

Un colpo che, però, non ha sortito gli effetti sperati, visto che il calciatore è stato spesso relegato in panchina, giocando solo spezzoni di partita e mettendo a segno una sola rete in campionato contro il Bologna. Nell'estate del 2017, poi, la cessione in prestito al Benfica, ma anche in Portogallo l'attaccante brasiliano non è riuscito ad imporsi, e così l'Inter ha deciso di accontentarlo, girandolo in prestito al Santos in Brasile.

Alla fine di dicembre terminerà l'accordo con il club brasiliano [VIDEO], e il giovane centravanti a gennaio rientrerà in Italia, e a quel punto bisognerà decidere quale sarà il suo futuro.

Tre ipotesi per Gabigol

Gabriel Barbosa, conosciuto anche come Gabigol, sta per tornare all'Inter. L'attaccante brasiliano è stato ceduto a dicembre 2017 in prestito al Santos, e in Brasile sembra rinato con 19 reti segnate in 43 partite che lo hanno reso uno dei bomber più prolifici del campionato verdeoro. Un rendimento che ha ripagato la scelta del direttore sportivo nerazzurro, Piero Ausilio, che ha deciso di assecondare la volontà del classe 1996, che lo scorso anno aveva chiesto di poter tornare al suo ex club per poter mettere nuovamente in mostra quel talento che in Europa sembrava definitivamente svanito.

La scelta di cedere il centravanti 22enne in prestito alla società brasiliana è stata una scommessa vinta dall'Inter anche a livello economico poiché, grazie a quanto dimostrato negli ultimi mesi, la società nerazzurra non dovrebbe avere difficoltà a trovare un club disposto ad investire 20-25 milioni di euro per il suo cartellino, che permetterebbero al club milanese di non realizzare una minusvalenza a bilancio. Ora, però, viene il difficile, perché la società nerazzurra deve decidere quale sarà il futuro dell'attaccante verdeoro. Il giocatore potrebbe anche rimanere un altro anno in prestito al Santos, ma questa volta il club dovrebbe pagare per intero l'ingaggio che supera i 3 milioni di euro a stagione.

In alternativa, potrebbe esserci la cessione in prestito in Italia ad un club amico, per far sì che Gabigol possa giocare con continuità e senza troppe responsabilità. L'altra ipotesi, invece, riguarda una possibile permanenza a Milano, con Spalletti che potrebbe lavorarci per farlo tornare utile da gennaio in poi.

Inter, pronta la sfida con il Milan

L'Inter, intanto, sta preparando la sfida con il Milan [VIDEO]che si disputerà domenica alle ore 20:30 allo stadio Meazza. Il tecnico nerazzurro Luciano Spalletti dovrebbe recuperare Marcelo Brozovic dopo l'infortunio muscolare che lo ha messo ko alla vigilia del match contro la Spal. Al suo fianco dovrebbe esserci Gagliardini, poiché Vecino tornerà ad allenarsi alla Pinetina solo giovedì.

In attacco dovrebbero agire Politano, Nainggolan e Perisic alle spalle di Mauro Icardi. E c'è da scommettere che Gabigol seguirà questa gara con grande interesse, magari sognando un derby contro quel Paquetà che il Milan ha acquistato di recente per 35 milioni di euro.