L'emergenza sanitaria ha stravolto i regolamenti nel mondo del calcio, portando inevitabilmente la Fifa a estendere in prestiti dei giocatori che erano impegnati con le rispettive squadre fino al 30 giugno. Quest'ultimi quindi potranno ultimare la stagione con la società con cui l'avevano iniziata. Ad esempio in Italia i prestiti dovrebbero essere estesi fino al 2 agosto, data dell'ultima giornata di campionato. Manca ancora l'ufficialità da parte della Federazione Italiana Giuoco Calcio, anche se inevitabilmente dovrà adeguarsi ai regolamenti promossi dalla Fifa.

Una delle società interessate alla questione prestiti è la Juventus, che a gennaio ha acquistato dall'Atalanta il centrocampista offensivo Dejan Kulusevski.

Quest'ultimo ha iniziato la stagione in prestito al Parma e con ogni probabilità dovrebbe finirla proprio in Emilia, appunto fino al 2 agosto.

Juventus, Kulusevski dovrebbe rimanere a Parma fino al 2 agosto

Come scrive Tuttosport, la Juventus potrebbe avere Dejan Kulusevski ad agosto, anche se il giocatore non potrà disputare partite con la società bianconera nella stagione 2019-2020.

È escluso quindi il suo impiego in Champions League, peraltro in ogni caso Kulusevski non sarebbe potuto scendere in campo comunque, in quanto non è iscritto alla lista dei giocatori bianconeri che partecipano alla massima competizione europea.

Dopo il 2 agosto, Kuluveski potrebbe arrivare a Torino

La speranza della Juventus però è quella di avere a Torino già da agosto il centrocampista offensivo Dejan Kulusevski, così da fagli prendere familiarità con l'ambiente bianconero in vista della prossima stagione.

Infatti ci saranno pochissime settimane fra la fine dell'attuale annata calcistica e l'inizio di quella 2020-2021 (circa un mese). Tutto ciò consentirebbe al tecnico Sarri di farlo adattare in maniera più veloce ai propri dettami tecnici e tattici.

Le parole del direttore sportivo del Parma Daniele Faggiano

Sulla professionalità di Kulusevski ed in generale su quella dei giocatori attualmente in prestito alla società del Parma, si è recentemente espresso il direttore sportivo Daniele Faggiano, ospite a Tv Parma. Il dirigente emiliano ha dichiarato: "Sull'impegno dei giocatori qui in prestito metto due mani sul fuoco".

A conferma di questo il dirigente emiliano ha poi aggiunto: "Siamo stati l'unica società ad andare in ritiro e l'unica a tagliare gli stipendi di tutti senza spalmarli, come successo in gran parte delle altre società". Un fatto che dimostrerebbe l'attaccamento alla maglia dei giocatori del Parma.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!