Non tutti saranno a conoscenza del marchio Xiaomi. Per chi non lo sapesse, #xiaomi è un brand cinese produttore di una grande varietà di dispositivi mobili. Tra di questi, probabilmente la linea dedicata agli smartphone è quella che presenta il maggior numero di modelli ma non mancano alcuni modelli di smartwatch, smartband e addirittura di televisioni.

Fino ad oggi, tuttavia, avere un dispositivo di questo produttore era un impresa assai ardua. Il metodo più semplice consisteva nel visitare il portale di GearBest anche se, spesso e volentieri, era necessario attendere grossi tempi di spedizione (i prodotti erano spediti dalla Cina).

Tuttavia, sembra che la situazione sia in procinto di evolversi da qui a pochi mesi. Da un post sul profilo Linkedin di Paola Pirrello, Country Marketing Specialist in Xiaomi Technology, sembra che il produttore cinese abbia intenzione di investire nel mercato italiano aprendo il suo primo store.

Xiaomi avrebbe pronte anche alcune posizioni lavorative

Leggendo il post con più attenzione si può rendere noto che il negozio aprirà a Milano, anche se non sono ancora noti né l'indirizzo, né una possibile data di apertura dello stesso. L'unica cosa certa riguarda il fatto che lo store aprirà e che, in ogni caso, l'apertura avrà luogo nel corso di quest'anno.

Oltre a ciò, sembra che siano state messe a disposizione anche alcune posizioni lavorative. Stando a quanto comunicato, Xiaomi sarebbe alla ricerca di uno store manager, di 5 addetti alle vendite e di un 'Creative Copywriter'. Per candidarvi a tali posizioni, è sufficiente recarsi presso il profilo Linkedin della sig.ra Pirrello e scriverle a mezzo email.

Xiaomi, tuttavia, è già un passo avanti in Italia grazie ad Amazon

Nonostante la notizia rappresenti la voglia di Xiaomi di investire nel mercato italiano, già da un po' di tempo la diffusione dei device nel nostro paese è stata migliorata. Oltre a GearBest, infatti, gli acquirenti possono già sfruttare il ben più noto Amazon, [VIDEO] anche se la varietà di prodotti disponibili è molto più risicata della reale offerta di Xiaomi.

In seguito all'apertura dello store, la speranza consiste nella possibilità di poter trovare questi device con una sempre maggiore facilità. Il sito di Xiaomi, infatti, non presenta ancora alcuna traduzione in lingua italiana e, di certo, già solo il fatto di poter accedere ad un sito tradotto anche nella nostra lingua rappresenta un passo in avanti nel piano di investimenti che Xiaomi ha nei confronti del nostro paese. #Android