Un fatto che non dovrebbe mai accadere, una vera e propria tragedia in un luogo dove le vite dovrebbero essere salvate e invece a causa di alcuni a volte queste vite vengono distrutte. Stress, problemi, alcolismo. Sono varie le cause che molto spesso portano il personale medico a commettere errori imperdonabili, che molto spesso causano la morte del paziente. E' accaduto all'ospedale di Orthez a Pau, cittadina dellaFrancia posizionata sui Pirenei francesi, dove una 28enne ha perso la vitadando alla luce il suo bimbo.

La causa della morte molto probabilmente è statol’eccessivo dosaggio dell’anestetico somministratole dall’anestesista di turno,molto probabilmente sotto effetto di alcol.

La notizia risale al 27 settembre scorso, ma è stamattinache è stata resa visibile ai media e pubblicata su tutti i giornali.

Secondo una prima ricostruzione, ascoltando diversetestimonianze, il giorno della tragedia,l'anestesista era stata chiamata d'urgenza in sala operatoria poiché i medici, riscontratealcune complicanze durante il parto, stavano per procedere al cesareo.

La donnaappena entrata ha mostrato serie difficoltà a comprendere le richieste deichirurghi, ed è apparsa alquantoannebbiata e poco lucida. Nonostante questo ha somministrato l’anestetico e perla giovane mamma 28 non c è stato nulla da fare. Dopo il cesareo e aver datoalla luce il bimbo, la donna non si è più risvegliata, è entrata in coma ed èstata trasferita d'urgenza all'ospedale della vicina città di Pau.

Qui,nonostante i vari tentativi dei medici di salvarle la vita, si è conclusa lavita di una giovane mamma, ed è iniziata la vita di una piccola bimba che nonavrà mai la possibilità di conoscere e capire cosa vuol dire avere al propriofianco la propria madre. Le indagini proseguono e il procuratore incaricatoallo svolgimento del caso ha confermato che l'anestesista da parecchi anni ha avutoed ha tuttora problemi di alcolismo e depressione.

Sotto inchiesta verrà processata dal giudice della città.

Segui la nostra pagina Facebook!