Le ultime news che giungono dalla trasmissione Chi l'ha visto ci parlano del caso della morte di Elena Ceste, Stefano Cucchi e Fortuna Loffredo. Nella trasmissione condotta da Federica Sciarelli ci si continua a chiedere se la mamma di quattro figli di Costigliole d'Asti sia stata uccisa oppure si sia suicidata. Nella scorsa puntata è stata mandata in onda una ricostruzione del caso mediante le testimonianze di Michele Buoninconti, il marito di Elena, e quelle dei vicini. Nei primissimi momenti successivi all'allarme lanciato da Michele per la scomparsa della moglie, nessuno vide gli occhiali e i vestiti della donna vicino al cancello d'ingresso dell'abitazione.

Buoninconti disse di averli ritrovati più tardi, prima gli abiti e poi gli occhiali per cui ci si chiede quando furono realmente trovati questi due oggetti. Infine sempre nella scorsa puntata di Chi l'ha visto è stato mostrato un video in cui la scientifica reperta un telone, gli spettatori hanno immediatamente chiamato in trasmissione per dire che in alcune immagini, girate dalla trasmissione all'inizio della scomparsa di Elena Ceste con l'ausilio di un drone, avrebbero visto dei teloni simili a quello ritrovato accanto al cadavere sulla serra e nel cortile della casa di Michele per cui i carabinieri avrebbero acquisito immediatamente le immagini.

Chi l'ha visto news: ultime notizie al 3 novembre su Stefano Cucchi e Fortuna Loffredo

Le ultime news fornite da Chi l'ha visto oltre ad Elena Ceste ci parlano dei casi di morte di Stefano Cucchi e Fortuna Loffredo. Per quanto riguarda il primo caso si apprende che in data 31 ottobre, la Corte di appello ha assolto tutti coloro che erano imputati per la morte del giovane. I medici dell'Ospedale Pertini vennero condannati nella sentenza di primo grado per l'omicidio colposo di Stefano Cucchi, quest'ultimo sarebbe morto a causa delle percosse subite.

La madre e la sorella del giovane hanno dichiarato che la sentenza di assoluzione è assurda e che per loro Stefano è nuovamente morto per cui hanno annunciato che presenteranno un ricorso in Cassazione.

Per quanto concerne il caso della morte di Fortuna Loffredo, la bambina di sei anni precipitata si crede dalla sua abitazione di Caivano, si apprende che nella mattina del 31 ottobre i Ris sono tornati sul luogo della morte della piccola.

Questi ultimi sono giunti al Parco Verde intorno all'ora di pranzo insieme a molti militari ed hanno effettuato diversi rilievi nella zona in cui è stato trovato il corpicino della piccola e quindi in tutti gli appartamenti che affacciano sul luogo della sciagura, in casa di Fortuna e sul ballatoio dell'ottavo piano al quale è possibile accedervi soltanto attraverso il solaio. Durante i rilievi effettuati dai Ris, per diverse ore le abitazioni, i ballatoi e i corridoi sono stati non agibili per far sì che gli esperti potessero completare le indagini e capire meglio cosa accaduto alla piccola Fortuna Loffredo.

Segui la nostra pagina Facebook!