Continua a spargere sangue l'Isis: il sito web americano "Site", specializzato in questioni di intelligence, riporta che l'organizzazione terroristica ha ucciso uno dei due ostaggi giapponesi tenuti prigionieri ormai da più di una settimana. La vittima è Haruna Yakawa, che svolgeva la professione di contractor. E' sempre il "Site" a riferire che il secondo ostaggio giapponese, Kenji Goto Jogo, in un video dell'Isis è stato costretto a mostrare al mondo le immagini shock della decapitazione del suo connazionale ed ha implorato il governo giapponese perchè venga salvata la sua vita.

Ultime news Isis, video shock che mostra il secondo ostaggio vivo

E' ancora prigioniero dell'Isis il secondo ostaggio, il gionalista Kenji Goto Jogo.

Per lui i jihadisti hanno preteso un riscatto di duecenti milioni di dollari al Giappone. La madre del freelance ancora in vita aveva lanciato un appello al Giappone. L'Isis ha mandato via mail un video shock alla moglie di Kenji Goto Jogo, dove il giornalista freelance pronuncia queste parole: "Guardate il mio compagno di prigionia Haruna massacrato dall'Isis. Eravate state avvertiti". Goto Jogo, nel video, ha anche diffuso le richieste dell'Isis per la sua liberazione: il giornalista potrà tornare in Giappone solo se sarà rilasciata l'aspirante kamikaze Sajida al-Rishawi, che si trova al momento in Giordania. Kenji Goto Jogo ha poi lanciato un appello al Giappone, affinchè sia liberato al più presto: "Amo mia moglie e le mie figlie, la stampa faccia pressione sul governo".

Ultime news Isis, decapitato un ostaggio giapponese: è polemica sul premier Shinzo Abe

Il premier Shinzo Abe ha condannato pubblicamente l'uccisione dell'ostaggio giapponese ed ha chiesto che venga liberato il giornalista freelance che si trova ancora nelle mani dell'Isis.

I migliori video del giorno

La condanna è giunta anche dalla Casa Bianca. Sono però emerse numerose polemiche in Giappone per come il premier Shinzo Abe ha gestito la vicenda. Pare infatti che i servizi segreti giapponesi fossero a conoscenza della cattura dei prigionieri, ma che il governo abbia taciuto la notizia. Una parte dell'opinione pubbica giapponese accusa Shinzo Abe di volere l'uccisione dei due ostaggi, al fine di ottenere la maggioranza per cambiare la Costituzione giapponese.