Roberta Ragusa è scomparsa tra il tredici ed il quattordici Gennaio di tre anni fa, di lei non si è saputo più nulla. E' stata fissata l'udienza preliminare, c'è inoltre un documento, in qualche modo freddo, ove si avvisano delle persone. I primi ad essere avvisati come soggetti offesi sono i due figli di Roberta; in seguito vengono fatti i nominativi di una cugina della scomparsa, Annamaria, e dello zio Antonino, entrambi assistiti dal noto avvocato Enrico Maria Gallinaro.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

Probabilmente si andrà verso un processo, ma prima dovrà esserci ovviamente un rinvio a giudizio. Un processo che se ci sarà non avrà un corpo. Non ci sono prove attualmente per dimostrare se Roberta Ragusa sia viva o morta: è come se si fosse volatilizzata nel nulla.

In questi anni sono stati ritrovati i cadaveri di diverse donne e ragazzine, alcune delle quali scomparse da mesi o da anni: Elena Ceste, Yara Gambirasio, Sarah Scazzi, Elisa Claps. Ancora niente invece per la povera Roberta, anche lei come Elena, moglie e madre di famiglia. "La speranza è l'ultima a morire certo, ma bisogna essere razionali, oramai stiamo cercando il corpo di Roberta e non Roberta ancora viva. E' accaduto tutto tre anni fa, ma l'impatto emotivo è sempre uguale, sempre lo stesso, con la consapevolezza che non farà più ritorno a casa" dichiara affranta Maria, la cugina di Roberta.

Di Roberta Ragusa ci resta solo una lista della spesa compilata per il giorno dopo, giorno che per lei non è mai arrivato. Roberta aveva solo 45 anni al momento della scomparsa, moglie e madre esemplare, era dedita solo alla casa ed ai figli che lei definiva affettuosamente: "I miei gioielli".

I migliori video del giorno

"Presumibilmente Roberta potrebbe essere uscita di casa verso mezzanotte" dichiarò il marito Antonio Logli durante un'intervista agli inviati del noto programma Chi l'ha visto il sedici Gennaio 2012. Da quanto è emerso, la storia è più complicata di così, ma la verità di ciò che accadde realmente quella notte tra le mura di quella casa, è ancora sconosciuta. Indubbiamente da quel momento Antonio ripete sempre la stessa versione, ossia che la moglie sarebbe sparita mentre lui dormiva; l'ultima volta che l'avrebbe vista, sarebbe stata in cucina mentre compilava la lista della spesa. Ad ogni modo il suo racconto, da quanto emerso durante questi tre anni di indagini, sembra essere pieno di falle e di incongruenze, dunque cosa successe quella notte prima che Roberta scomparisse? Chi era presente in quella casa cos'ha visto? Cosa ha sentito? Antonio dice di aver visto Roberta vestita, mentre la figlia dice di averla vista in pigiama. Una donna in pigiama fuori alle 23:00, al freddo di Gennaio, difficilmente ha intenzione di allontanarsi. I figli riferiscono che quella sera la madre era calma, serena ed affettuosa come sempre. La procura sembra essere fermamente convinta che Logli abbia fatto sparire la moglie e l'abbia in seguito uccisa ed occultato il cadavere. Le indagini proseguono e si attendono ulteriori risvolti.