Le ultime sono state ore di tensione sul fronte nordcoreano, poiché negli ultimi giorni, la CIA (Central Intelligence Agency), ha reso di dominio pubblico i propri timori [VIDEO] su un probabile test balistico nucleare che la Corea del Nord avrebbe potuto condurre nelle scorse ore. Fortunatamente nulla è accaduto, ma gli Stati Uniti d'America e la Corea del Sud hanno deciso comunque di dare il via a delle esercitazioni militari, che si stanno tenendo sulla penisola coreana e a cui parteciperà probabilmente anche il Giappone. Pyongyang non ha ancora espresso commenti sugli addestramenti bellici, ma si attende una risposta. La domanda che sorge spontanea con queste premesse è una: siamo sull'orlo del conflitto? Andiamo a vedere nel dettaglio la notizia e cerchiamo di rispondere al quesito.

Esercitazioni coreane

Gli aerei da #guerra coinvolti nelle esercitazioni sono stati tre: un bombardiere statunitense B-1B e due F-15K sudcoreani. Questi hanno esploso un missile balistico nelle acque di Seul. I veicoli si sono alzati in volo lo scorso martedì da Guam, un isola del Pacifico il cui territorio è statunitense e hanno cominciato i loro allenamenti sulle acque del Mar Baltico e del Mare Giallo. A seguito delle minacce che sono state scagliate da Kim Jong-Un verso gli Stati Uniti d'America, come quella che sosteneva che alcuni stati membri delle UN (United Nation) sarebbero stati "travolti dal fuoco oltre ogni immaginazione" [VIDEO], la Casa Bianca ha scelto di preparare il proprio esercito per fronteggiare qualsiasi evenienza, dando così il via alle esercitazioni a cui, molto probabilmente, prenderà parte anche il Giappone.

Documenti rubati

La BBC riporta che un legale, che ha mantenuto l'anonimato, ha affermato che degli hacker della Corea del Nord sarebbero riusciti a rubare dei documenti Top Secret sudcoreani. In questi file sarebbero state contenute delle informazioni su alcuni piani militari di Seul e alcuni progetti fatti per assassinare il giovane dittatore della Corea del Nord Kim Jong-Un. In ogni caso il Segretario della Difesa statunitense, James Mattis, ha affermato che l'esercito degli Stati Uniti d'America è pronto alla battaglia [VIDEO], in modo da fronteggaire qualsiasi evenienza. Non ci resta adesso nient'altro se non aspettare nuove notizie dal mondo della politica internazionale, sperando che ancora una volta la diplomazia abbia la meglio. A voi i commenti. #guerra corea #USA