Tragedia nella tarda serata di sabato a Mugnano, in provincia di Napoli, dove un ragazzo di 17 anni è precipitato dal balcone di casa durante i festeggiamenti per la festa del Sacro Cuore di Gesù; il giovane, trasportato prontamente in ospedale, è attualmente ricoverato in prognosi riservata.

Il volo dal balcone di casa

Doveva essere un sabato all'insegna del divertimento e dei festeggiamenti, ma una tragica fatalità ha finito per rovinare il clima di festa che sempre contraddistingue le feste di paese. Un ragazzo di appena 17 anni, affetto da autismo, è improvvisamente precipitato dal balcone dell'abitazione nella quale viveva insieme alla sua famiglia, nei pressi di piazza Municipio.

Il giovane, stando a quanto si apprende dalle prime testimonianze raccolte, avrebbe accusato una crisi epilettica mentre era appoggiato alla ringhiera e avrebbe improvvisamente perso l'equilibrio, precipitando in strada dopo aver compiuto un volo di diversi metri.

I primi soccorsi e la rabbia della comunità

Sul luogo dello schianto sono giunti nell'immediato i sanitari del 118, prontamente allertati da alcune persone che avevano assistito alla scena: i medici hanno fornito al giovane le prime cure del caso e hanno poi provveduto a trasportarlo in autoambulanza presso l'ospedale più vicino. Il 17enne è tuttora ricoverato in prognosi riservata e le sue condizioni di salute non sarebbero delle migliori. L'intera comunità di Mugnano spera in un miracolo e prega affinché il giovane possa riprendersi quanto prima.

In città non sono mancate le polemiche, dal momento che nessuno ha dato il giusto risalto al "grido disperato" della famiglia e degli amici di Simone: le istituzioni, infatti, avrebbero fatto "orecchie da mercante" dinanzi all'appello dei genitori, che avevano chiesto di interrompere i festeggiamenti. A denunciare l'accaduto è stato l'ex assessore alla Cultura del Comune di Mugnano, che ha così commentato i fatti.

"La notizia purtroppo non ha avuto il risalto necessario da parte dei media locali. Il grido di dolore di parenti e conoscenti è rimasto inascoltato - sottolinea Mario Imbimbo - a loro, ai genitori in particolare, e soprattutto al ragazzo, dopo un giorno di festa e raccoglimento per la nostra comunità vogliamo dedicare un pensiero sperando in una sua pronta guarigione”.

Sabato di sangue a Mugnano

La tragica caduta di un adolescente dal balcone di casa non è stato l'unico episodio di sangue nella serata di festa mugnanese: a rincarare la dose ci hanno pensato alcuni ragazzini di età compresa tra i 12 ed i 15 anni. Secondo quanto riportato sulle principali testate web locali, i due avrebbero prima litigato, poi uno avrebbe estratto un coltello colpendo il coetaneo ad una gamba: soltanto l'intervento dei Carabinieri ha posto fine alla violenta lite che ha sconvolto l'intera comunità.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!