Oggi, 6 gennaio, è il compleanno del cantante adriano celentano che compie 79 anni. Da sempre definito il "Molleggiato" per il suo modo di ballare, è uno degli artisti più amati dal pubblico, e non è un caso se nella sua lunga carriera ha venduto 200 milioni di dischi. Ha interpretato brani che sono diventati storici nel panorama musicale italiano; tra questi ricordiamo "Azzurro", "Il ragazzo della Via Gluck" e "L'emozione non ha voce". Anche alcuni album sono stati di grande successo, come "Io non so parlar d'amore" e "Mina Celentano".

Ad oggi è considerato un vero e proprio mito, un artista che ha sempre trattato, nelle sue canzoni, tematiche scottanti e sempre attuali nella nostra società, come la celebre "Svalutation". Questo sarà un anno importante per Celentano, che festeggerà anche i sessant'anni di carriera.

Ha partecipato per 5 volte al Festival di Sanremo, e nel 1970 è riuscito a vincere con "Chi non lavora non fa l'amore", cantata in coppia con la moglie Claudia Mori. Negli anni successivi, è ritornato sul palco dell'Ariston come ospite d'eccezione nel 2004 e nel 2012. Ma ancora oggi Adriano Celentano è sulla cresta dell'onda, grazie al suo recente lavoro discografico.

La collaborazione con la cantante Mina

Il nuovo brano di Celentano, "A un passo da te", interpretato insieme a Mina, sta ottenendo un grande successo: del resto il ritorno della coppia artistica era atteso con ansia dai fan. La prima volta che Celentano e Mina hanno lavorato insieme è stata nel 1960.

Ricordiamo anche che il "Molleggiato" è stato anche un ottimo attore, protagonista di ben quaranta pellicole cinematografiche, tra cui spiccano "Innamorato Pazzo" e "Il Bisbetico Domato" insieme a Ornella Muti. Inoltre ha fatto coppia anche con Renato Pozzetto in "Lui è peggio di me", un film davvero divertente.

I migliori video del giorno

Il cantante è stato anche regista della pellicola "Yuppi Du" del 1978.

Per rimanere sempre aggiornati sulle notizie e anticipazioni dal mondo dello spettacolo, potete cliccare sul tasto "Segui", in alto a destra, ed eventualmente commentare.