James Mangold, con il suo Logan, ci regala una storia diversa da quella che ci aspettavamo.

La trama

Ci troviamo nell’anno 2029 e, a causa di un virus creato dalla Transigen, i mutanti sono quasi tutti estinti. Tutti eccetto gli ultimi tre superstiti: il professor Xavier di ormai novant’anni, il reietto Calibano, e Logan, che, a dispetto di come siamo abituati a vederlo, è ormai un uomo vulnerabile e malato.

Logan, il personaggio offerto da un favoloso Hugh Jackman, è infatti invecchiato e lavora come autista per racimolare qualche soldo così da evitare a Xavier quei continui attacchi psichici indotti da una malattia neurologica degenerativa.

I tre mutanti vivono in un nascondiglio remoto ai confini con il Messico, anche se quella che conducono non si può certo chiamare vita. Si tratta di una sopravvivenza ormai tormentata, forse dalle troppe vittime causate per loro mano, anche se sempre per legittima difesa, o semplicemente molestata da quella società che li ha sempre discriminati.

È dunque un capitolo drammatico quello che ha deciso di regalarci Mangold per concludere la sua storia; anche se ci lascia sperare in nuove avventure grazie alla piccola Laura, una giovane mutante creata dalla Transigen con il dna di Logan. Il nostro eroe si ritroverà infatti coinvolto per tutto il corso del film nel salvataggio della ragazza, e la scorterà fino al North Dakota in un posto chiamato Eden dove sono rifugiate tutte le altre cavie della Transigen.

I migliori video del giorno

La critica

Il film Logan è in tutti i sensi una storia a se stante rispetto agli altri X-man; non solo per la trama, ma anche per i toni drammatici e le scene cruente adatte ad un pubblico dallo “stomaco forte” e a chi è alla ricerca di un film ricco di azione nel corso di una serata con gli amici.

Straordinario è il lavoro coreografico, così come lo è l’interpretazione di Hugh Jackman che, congedandosi definitivamente dal suo personaggio Logan dopo ben nove apparizioni cinematografiche, ha realizzato come sempre quell’uomo tormentato dalla sua stessa natura, e che solo alla fine del film riuscirà a trovare la pace.

Le frasi celebri

Il film è ricco di frasi da cui trarre insegnamenti, come quella che dice il professor X a Logan davanti al suo continuo utilizzo di un linguaggio scurrile: “Potresti insegnarle ad essere anche meglio di te”; o la commuovente frase con cui il personaggio ci saluta per sempre dopo che Laura lo chiama per la prima volta “Papà” e lui le risponde “Allora è così che ci si sente”.

D'effetto è anche il momento in cui Logan dice a Laura "succedono cose orribili alle persone a me care" come a ricordarci i suoi tormenti per Jean mai cancellati.

Gli incassi record

Logan ha letteralmente conquistato il pubblico, incassando più di 483.3 milioni di dollari mondiali, di cui quasi 300 milioni provenienti dai mercati esteri. Basti pensare che in Italia ha incassato le bellezza di quasi 800 mila euro solo durante la prima settimana di uscita nelle sale cinematografiche! Questo film è entrato dunque nella storia del cinema meritandosi il quinto posto in classifica come migliore apertura negli Stati Uniti.

Il film sarà disponibile in DVD e blu-ray solo a partire dal 30 giugno 2017, ma è già stato valutato dal pubblico con un punteggio di 4,7 su 5. Insomma, per gli amanti della saga si tratta di un acquisto imperdibile. Ecco la scheda completa del film:

Informazioni generali

Titolo originale: Logan

Prima uscita mondiale: 17 febbraio 2017

Data di uscita in Italia: 1 marzo 2017

Regia: James Mangold

Durata: 137 minuti

Genere: avventura

Lingua originale: inglese

Paese di produzione: USA

Distribuzione: 20th Century Fox

Cast:

  • Hugh Jackman: Logan / X - 24
  • Patrick Stewart: Charles Xavier
  • Richard E. Grant: Dr. Zander Rice
  • Boyd Holbrook: Donald Pierce
  • Stephen Merchant: Calibano
  • Dafne Keen: Laura
  • Elizabeth Rodriguez: Gabriela
  • Eriq La Salle: Will Munson
  • Elise Neal: Kathryn Munson