Sabato sera davanti a una sala gremita è andata in scena la finale del concorso di nuova drammaturgia Belli corti. Il concorso, che verrà presto replicato, lo ricordiamo, è stato indetto lo scorso luglio dal Nuovo Teatro San Paolo e dall’Accademia San Paolo per individuare e valorizzare nuovi talenti nell’ambito della drammaturgia teatrale contemporanea e, eventualmente, creare occasioni di collaborazione e realizzazioni di testi originali, innovativi e sperimentali.

La finale

Solo 10 corti sono arrivati in semifinale, il 3 e 4 marzo scorso,e solo 5 sono andati in finale: "Atto unico per un autore stupido" di Sofia Bolognini, "La rapina!" di Alessandro Casola, Waiting for the future di Valeria Patota, Per buona causa di Valeria Pomba, Materassomachìe di Pier Lorenzo Pisano.

Il vincitore per la giuria

Il corto vincitore è stato Materassomachìe di Pier Lorenzo Pisano, con Greta Civitareale e Daniele di Martino per la regia di Mattia Carchia.

A selezionarlo, una giuria di qualità, composta da: la Presidentessa, Manuela Cherubini (regista), i giurati, Marcello Isidori (drammaturgo e direttore della rivista on-line dramma.it), Massimiliano Mecca (attore), Margherita Adorisio (attrice), Andrea Gimbo (redattore della rivista on-line teatroteatro.it). La motivazione, l’ha spiegata così Marcello Isidori: “Il teatro tira fuori e tratta tematiche attuali, queste tematiche, però, non vanno affrontate direttamente, ma il conflitto che si crea in scena le tira fuori.

È importante la forma con cui viene trattato il tema. Lo spettacolo che abbiamo premiato ha il vantaggio di avere una leggerezza notevole nel tema trattato, la vita di coppia; è una buona drammaturgia, si crea conflitto in scena, c’è un dialogo tra due persone, che hanno idee diverse e si confrontano con ironia”. L’autore ha vinto 200 euro.

Il vincitore per il pubblico

Anche il pubblico ha votato, dietro al biglietto c’erano le caselle con i 5 corti e alla fine della serata ha posto la crocetta sul preferito. Il preferito del pubblico è stato "La rapina" di Alessandro Casola.

Il Miglior Attore e la Migliore Attrice

La compagnia Dupla Carga ha deciso di premiare un attore e un’attrice, Daniela Carchia per il corto “La Rapina” e Daniele Di Martino per il corto “Materassomachìe”. Daniela per la semplicità e la spontaneità interpretativa, per la buona presenza scenica, la spiccata inclinazione comica e la credibilità che ha dato al personaggio. Daniele perché ha dimostrato una buona maturità attoriale.

Sorprendente la sua mimica facciale e buona la tecnica recitativa. Ad entrambi sarà offerto un percorso formativo gratuito studiato sulla base delle esigenze specifiche di ciascuno.

Il tombolino

Domenica c’è stato invece "il Tombolino", la serata per i corti che non sono passati e i quali gli organizzatori del concorso hanno voluto rimettere in scena per dare la possibilità ad attori e registi di esibirsi ancora e migliorarsi.

Entro fine primavera sarà indetta la nuova edizione di Belli Corti.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto