Dopo una lunga carriera di successi con mondo della musica, della moda e dello spettacolo, Luisa Corna realizza un altro grande desiderio: quello di esibirsi assieme al noto musicista americano Sananda Maitreya. Infatti, l'artista spalleggerà Sananda che sarà accompagnato per il grande evento dal complesso musicale Sugar Plum Pharaohs. Luisa e Sananda si sono incontrati per incidere tre brani racchiusi nell'ultimo disco intitolato "Prometheus e Pandora". I concerti live [VIDEO] sono previsti per il 17 luglio in piazza Castello a Milano, il 19 luglio al Suoni di Marca a Treviso e il 20 luglio al Blue Lake Festival sul Lago di Caldonazzo, in Trentino Alto Adige.

Le prime tappe confermate del tour 'Angolo di cielo'

Nel frattempo, Luisa Corna si sta preparando per il tour "Angolo di cielo", nel quale è affiancata da Marco Colavecchio (bassista e voce), Lorenzo Capelli (pianista), Alfonso Delicato (batterista) e Francesco Cardillo (chitarrista). Gli ultimi concerti si sono tenuti il 16 giugno ad di Altavilla Silentina nel salernitano e il 17 giugno a Castel Goffredo nel mantovano. Per quanto riguarda le prossime date del tour, saranno il primo luglio a Vasto sul Gargano, in provincia di Foggia, il 27 luglio all'Isola d'Elba - Portoferraio, dove Luisa canterà i brani di Lucio Battisti che Mina ha interpretato, il 4 agosto a Moie di Maiolati Spotini, in provincia di Ancona e infine, il primo settembre ad Latronico nel potentino.

Luisa Corna ha pubblicato 'Con il tempo imparerò' e Angolo di cielo'

Nel giorno della Festa della donna, è stato pubblicato "Con il tempo imparerò", il nuovo singolo [VIDEO] di Luisa Corna.

Il brano prodotto da Marco Colavecchio e Marco Poggioni, rappresenta un dono di una donna dedicato a tutte quelle donne che sono capaci di reagire con la forza di fronte ai bivi della vita e fare un vanto delle proprie ferite, trovando in se stesse la temerarietà di lottare contro le prevaricazioni e di riuscire a maturare nel tempo. Mentre, il 13 giugno dell'anno scorso è uscito "Angolo di cielo", brano piuttosto dolce e allo stesso tempo intenso proprio come la voce di Luisa. La canzone racconta il rimpianto di rendere partecipe della sua vita il padre scomparso, rivolgendo a lui in un urlo di felicità per poter condividere, nonostate la sua assenza, il suo presente di donna realizzata in un forte rapporto. "Penso al mio papà deceduto alcuni anni fa - spiega Luisa - Mi manca il fatto di non poter dividere con lui le mie abitudini e i miei cambiamenti della mia vita. Sono certa che la musica sia la più grande espressione di condivisione che ci consente di entrare in contatto anche con le persone che ci sono lontane".