Bruce Dickinson, cantante degli Iron Maiden, ha pilotato un cacciabombardiere americano utilizzato nella seconda guerra mondiale e nella guerra di Corea: il volo è avvenuto all'interno di un episodio di Wingmen - Zwei Brüder Heben Ab, programma televisivo tedesco. Nella puntata insieme al cantante c'erano i fratelli Achim e Elmar Meier che conducono la MeierMotors, un'azienda che ristruttura e valorizza velivoli storici.

Volare

Nel video si vede Dickinson dedicarsi al suo secondo lavoro dopo quello di cantante, il pilota di aerei.

Pubblicità

Visibilmente emozionato, ha pilotato un P-51 Mustang dell'aviazione americana: si tratta di un caccia monoposto e caccia-bombardiere che è stato impiegato in combattimento negli anni quaranta e cinquanta, nel corso della seconda guerra mondiale e nella guerra di Corea.

Dickinson, intervistato da Wales Online, ha dichiarato che è ancora molto emozionato ogni volta che vola: per lui vuol dire provare una sensazione da brividi, totalmente diversa dal tenere concerti e dal cantare dal vivo. "La soddisfazione di volare in aereo fa parte del lavoro, ma la soddisfazione nel suonare dal vivo è diversa, mentre osservi tutte le persone che ti guardano", ha detto il cantante britannico.

Il lavoro di pilota è più anonimo e invisibile: "Se hai dei passeggeri, nessuno dice: 'Wow! Non è stato grandioso?'. Stanno pensando al resto della loro giornata: il tuo lavoro come pilota di linea è quello di farli viaggiare in modo sicuro e si resta invisibili...per me è molto bello perché è completamente l'opposto di quello che faccio quando canto".

La carriera di Dickinson

Bruce Dickinson ha portato gli Iron Maiden in giro per il mondo per i loro tour, con il loro aereo soprannominato Ed Force One, che prende il nome dalla celebre e mostruosa mascotte che compare nelle copertina di ogni album del gruppo, Eddie.

Pubblicità

Dickinson ha acquisito la licenza di pilota commerciale dopo aver imparato a volare negli anni '90. Nel 2012, inoltre, oltre a stare dietro il microfono di una delle band più importanti del metal, ha fondato la Cardiff Aviation, una compagnia di manutenzione aeronautica che ha siglato un accordo con il governo di Gibuti per aiutare a rilanciare la propria compagnia aerea nazionale.

Del futuro come cantante, Bruce ne ha parlato in un'intervista, dicendo di non vedere alcun motivo perché la band decida di ritirarsi: la pensione, a suo avviso, è ancora lontana.

E, se andiamo a vedere i prossimi impegni della band, non possiamo dargli torto: il loro Legacy Of The Beast tour partirà, infatti, nel mese di luglio e, al momento, toccherà vari Paesi tra l'America del Nord e l'America del Sud con un totale di 41 spettacoli dal vivo.