La toxoplasmosi è un'infezione causata da un parassito, il Toxoplasma Gondii che di solito ha il gatto come "ospite privilegiato". Il gatto si contagia con il contatto con carni poco cotta o cruda. Il felino elimina le uova di toxoplasmosi con le feci così da poter contagiare a sua volta gli ortaggi o altri animali. Il contagio all'uomo può avvenire con il contatto di gatti con l'infezione o alimenti contaminati dal gatto ma anche attraverso carne cruda contaminata.

Pubblicità
Pubblicità

Spesso è asintomatica, tra i sintomi ci può essere febbre, malessere o linfonodi ingrossati. Una volta aver contratto l'infezione si sviluppa l'immunità.

Se contratta per la prima volta in Gravidanza comporta rischi per il feto che sono maggiori nei primissimi mesi dal concepimento. I rischi per il feto sono: aborto spontaneo, malformazioni, danni alla retina, lesioni al sistema nervoso centrale.

Pubblicità

Come si diagnostica la toxoplasmosi?

Il toxo-test è un semplice esame per capire se la donna ha gli anticorpi ovvero se ha già contratto l'infezione in passato e, quindi, non può più ammalasi in gravidanza. Se invece si scopre si essere affetti da toxoplasmosi attraverso l'amniocentesi c'è un test, detto di avidità, che consente di stabilire il periodo in cui si è contratta l'infezione. Se in gravidanza ci si ammala è importante seguire una terapia antibiotica mirata.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Salute Gravidanza

Come prevenire la toxoplasmosi in gravidanza?

Non esistendo un vaccino, è opportuno seguire semplici accorgimenti in gravidanza per ridurre il rischio di contagio.

  • Evitare di consumare carni crude o poco cotte. Anche per quanto riguarda i salumi sono consigliati solo quelli cotti. Il pesce crudo non è portatore di toxoplasmosi ma è bene evitarlo in gravidanza perchè può essere veicolo di contagio per la salmonella.

  • Le verdure crude andrebbero consumate solo dopo lavaggi accurati anche con bicarbonato ed amuchina così come la frutta proveniente dal terriccio

  • I gatti domestici se non sono abituati ad uscire fuori di solito non sono veicoli di contagio comunque è bene che una donna incinta eviti di pulire la lettiera del gatto; evitare il contatto con gatti randagi

  • Se si ama il giardinaggio, una donna in stato di gravidanza dovrebbe usare sempre i guanti e, dopo aver finito, lavare accuratamente le mani.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto