Dopo ore molto intense in cui il governo chiede la fiduciaalla Camera e al Senato, il premier Enrico Letta può tirare un sospiro disollievo: fiducia incassata e legge di stabilità approvata, seppure conimportanti modifiche apportate dalla Commissione.

Il primo provvedimento della legge di stabilità riguarda ilcuneo fiscale: grazie ai risparmi ottenuti dalla spending review e dalla lottaall'evasione fiscale, è stato in parte possibile alleggerire la pressionefiscale che grava sulle piccole e medieimprese, senza però creare, secondo i sindacati, l'impulso alla spesadesiderato a causa del vincolo del deficit al 3%.

Sono state invece ritirate leproposte di Tobin tax sulle transazioni finanziare e di Web tax che avevanospaccato i democratici.

Il gettito Imu ad uso dei comuni verrà rimborsato sottoforma di detrazioni tramite Iuc, mentre la Tasi, la tanto discussa tassa suiservizi indivisibili dei comuni, ha visto saltare il tetto dell'1 per millesulla prima casa, mantenendo il 2,5 per mille sulla seconda casa.

Le aliquotesono ancor più basse per gli immobili agricoli.

I successi maggiori del ddl riguardano pensionati edesodati: le pensioni fino a tre volte il minimo avranno piena rivalutazione conun adeguamento generale del 95%; gli esodati che riceveranno la copertura dopoil caos della riforma Fornero non saranno più 6000 ma 17000. Vengono tagliatele spese per tutte le operazioni finanziarie, ma sale l'imponibile sui conticorrenti.

Diventa operativa la maxi sanatoria sulle cartelle di Equitalia; è statofissato il tetto massimo per lo stipendio degli statali a 320000 euro everranno destinati 55 milioni di euro nei prossimi tre anni per stimolarelavoro e occupazione.

In conclusione, sono state inserite disposizioni minori macomunque importanti come alcune norme riguardanti Consob e Bankitalia (inparticolare la tassazione sulle plusvalenze), il reddito minimo garantitotramite l'istituzione della social card in via sperimentale, il fondo bebè, ela riqualificazione delle borse di studio, nonché agevolazioni per lo stimoloall'edilizia scolastica.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto