L'economia digitale cresce nei comparti del commercioelettronico (+18%) e del mobile (+160%) e diviene sempre più strategico creare nuove idee e renderle concreteper il business. Nell'AssintelReport 2013, la ricerca annuale sul mercato del Software e Servizi IT inItalia organizzata dall'Assintel, l'associazione nazionale delle imprese ICT cherappresenta le aziende che lavorano nell'ecosistema tecnologico e digitale, èraccolta una serie di dati su come cambia il mercato IT in Italia.

Negli ultimi cinque anni l'Information Techonology nel nostro Paese ha perso circa€ 4 mld con una tendenza a contrarsi per l'anno in corso di un altro -4%.Soffrono, in particolare, i comparti dell'Hardware (-9,5%), Software (-3,2%),Servizi IT (-4,3%), P.A. e Sanità (oltre -11%), Commercio, Distribuzione eServizi (-5,4%), Industria (-4,7%), Trasporti e Logistica (-4,8%),Telecomunicazioni (-2%) e Banche (-2,1%).

Poi ci sono la Formazione (-14,2%) eil Process Management (-10,3%), System Integration (-2,4%), la consulenza(+0,7%) e i servizi di Application Management (+2,2%).

Il consumo degli apparecchi digitali ha fatto crescere l'InternetMobile, le tecnologie per il "socialmedia" e il trattamento dei Big Datae Business Analytics e i prodottiper le Smart City, Energy e auto intelligenti. Poi c'è l'affermazione del Cloud Computing, lo sviluppo delle stampanti 3D, robotica,marketing digitale che ha concorso a produrre nel complesso dell'economiadigitale un PIL attorno al 3%, e secondo i dati dell'Assintel l'intero mercatoformato da smartphone, mini PC, le App, internet Marketing e Cloud, ha un valore di € 24.134 mln.

Si contrae la spesaIT nelle aziende medio-piccole, mentre per quelle più grandi la spesaaumenterà di qualche punto percentuale nel prossimo anno. In testa ai progetti d'innovazione peril 2014 si colloca il MobileComputing per il 64%, le App per le imprese (41%), Analytics(27%), Marketing Management (22%), E-commerce (21%), Big Data (19%) e le App peri consumatori privati (14%).

Secondo l'analisi è necessario operare sulla sicurezzadei pagamenti online e sulla fiducia degli operatori dell'offerta.

Perquanto riguarda l'Agenda digitale, secondo l'analisi sono necessariepolitiche industriali per favorire la domanda di beni e servizi e laprotezione dei dati e della privacy. L'Assintel fa presente che l'agendadigitale manca dei decreti attuativi, è mancante la strategia nazionale per l'Innovazionee non esiste un solido sostegno agli investimenti digitali nel nostro Paese. Inquest'ottica le imprese interessate hanno deciso di fare business network, creare relazioni, opportunità vincentiassociandosi tra loro.

Il Report fornisce un'ampia trattazione dei macro-trend e dinamichedell'innovazione tecnologica, analisi della spesa IT, analisi della domanda disoftware e servizi IT, modelli di businessemergenti, barriere d'ingresso nel mercato digitale. La visibilità delReport è stata organizzata con manifestazioni, eventi video promozionali, videoclip, follow-up, visibilità on e offline, copie omaggio del volume e azioni mirate sulle aziende e road show.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto