Dal 1 luglio 2020 sarà possibile, tramite l’app Io, richiedere il bonus vacanze previsto dal decreto Rilancio. Si tratta di uno sconto da utilizzare per il pagamento di un soggiorno vacanza in alberghi, agriturismi e bed&breakfast italiani. L'importo del bonus varierà da 150 euro (per i single), a 300 euro per le coppie e 500 per famiglie composte da tre o più persone. L'80% del bonus viene detratto in un'unica soluzione sotto forma di sconto in strutture ricettive autorizzate, il restante 20% del bonus varrà come detrazione d'imposta sulla dichiarazione.

App Io e richiesta del bonus

Una volta scaricata e installata l’app Io, vi si potrà accedere tramite identificazione con Spid o con Carta d’identità elettronica (per gli accessi successivi l'app richiederà il cambio della password).

La Spid potrà essere richiesta presso un ente accreditato come ad esempio Poste Italiane, Tim, Aruba e altri operatori. Al momento della richiesta del beneficio, l'app verificherà attraverso un collegamento con la banca dati dell'Inps se il richiedente è in possesso di tutti i requisiti necessari per riceverlo. L’esito della richiesta avverrà mediante il ricevimento di uno dei seguenti cinque messaggi:

  • richiesta valida, con comunicazione dell’importo massimo dell’agevolazione spettante;
  • richiesta valida ma bonus già attivato sullo stesso nucleo familiare;
  • richiesta valida ma Dsu (dichiarazione sostitutiva unica) con omissioni o difformità;
  • soglia Isee superata;
  • Dsu assente.

Nel caso di Isee assente il cittadino viene invitato a fare una simulazione per il calcolo dell’Isee direttamente sul sito dell’Inps.

Il calcolo non sostituisce l'Isee. Va precisato che, dopo la conferma dell’attivazione del bonus, non sarà più possibile annullare l’operazione né inoltrare una nuova richiesta. L'importo del bonus ricevuto dovrà essere speso da un componente qualsiasi del nucleo familiare richiedente entro il 31 dicembre 2020.

In sintesi, per ottenere il bonus bisognerà effettuare i seguenti passaggi:

  • presentare all'Inps l'attestazione Isee;
  • dotarsi di un'identità digitale Spid o Cie (Carta d'identità elettronica).

I cittadini possono verificare su siti internet specializzati l'elenco delle strutture ricettive operanti nel territorio italiano che accettano il bonus vacanze.

Al momento ad esempio la regione Emilia-Romagna offre un elenco suddiviso per provincia di tutte le strutture ricettive che accettano il bonus vacanze.

Segui la pagina Affari E Finanza
Segui
Segui la pagina Viaggi
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!