Dal 1° gennaio 2021 è previsto un significativo cambiamento nella procedura per ottenere il bonus sociale. Lo sconto nelle bollette di gas, luce e acqua diverrà un'agevolazione automatica all'inizio del prossimo anno. Le famiglie con un alto numero di componenti, con un Isee pari o al di sotto di 8.265 euro, quindi in condizione di disagio economico, non dovranno più presentare la richiesta di ammissione al bonus sociale che sarà sempre parametrato con il numero di figli a carico.

Cosa cambia nel 2021 nel Bonus sociale: bollette gas, luce e acqua

In arrivo dal 2021 una novità nell'iter di attribuzione del cosiddetto bonus sociale con il quale le famiglie non abbienti potranno usufruire di una diminuzione nell'importo delle bollette di acqua, luce e gas.

I potenziali beneficiari riceveranno lo sconto in modalità automatica sulla base di alcuni parametri. Si terrà in considerazione la condizione economica del nucleo familiare che si misura attraverso l'Isee, ossia l'Indicatore della situazione economica equivalente. Attualmente, il limite entro il quale viene attribuito il bonus equivale a 8.265 euro, valido per tutte e tre le bollette, e di 20.000 euro per i nuclei familiari con più di quattro figli a carico. In alternativa, la famiglia beneficiaria dovrà essere titolare del reddito o della pensione di cittadinanza, oppure della carta acquisti nel caso del bonus elettrico. Sentito il Garante per la protezione dei dati personali, spetterà all'Authority il compito di definire, con specifici provvedimenti, il modo in cui l'Inps trasmetterà le informazioni utili per l'attribuzione al Sistema Informativo Integrato.

Inoltre, l'Authority dovrà stabilire l'erogazione del bonus e la modalità in cui verranno condivise le informazioni inerenti ai potenziali beneficiari dello sconto tra il SGAte (Sistema di gestione delle agevolazioni sulle tariffe energetiche) e il Sistema informativo gestito dall'Acquirente Unico. Questa procedura garantirà il legittimo riconoscimento ai cittadini degli altri sostegni sociali previsti.

L'iter da seguire fino al 31 dicembre 2020 per richiedere lo sconto su gas, luce e acqua

Fino alla conclusione di quest'anno, quindi al 31 dicembre 2020, la procedura per avere l'agevolazione del bonus sociale resta immutata. I soggetti interessati ad ottenere lo sconto sulle bollette di luce, gas e acqua dovranno presentare domanda al Comune in cui risiedono oppure presso i Caf e le comunità montane, compilando l'apposito modulo nel quale si può fare richiesta di tutti e tre i bonus. Sono necessari i dati del documento d'identità (o la delega), l'atto in cui è indicato l'Isee in corso di validità e due moduli che si trovano sul sito dell'Autorità. Questi ultimi servono a delineare la condizione economica delle famiglie e le informazioni sulle forniture. Devono presentare domanda seguendo lo stesso iter anche coloro che percepiscono il reddito o la pensione di cittadinanza, aggiungendo ai documenti elencati il numero di protocollo o l'attestazione da cui si evince la titolarità del sostegno percepito.

Segui la nostra pagina Facebook!