“Diem25 condanna l’attacco a Bruxelles e invia le condoglianze ai famigliari delle vittime. Un pensiero da parte nostra va anche a tutti i cittadini e alle autorità del Belgio”. Con queste parole l’ex ministro delle Finanze greco, Yanis Varoufakis, ha commentato la strage in Belgio durante la conferenza di presentazione di Diem25. Secondo lui, l’Europa unita deve colpire il terrorismo. È il momento di lavorare e lottare insieme. “Tutte le azioni devono essere indirizzate per consegnare i colpevoli alla giustizia – ha detto -, ma allo stesso tempo dobbiamo evitare reazioni inappropriate, per evitare in futuro nuove forme di violenza”.

Sposando la proposta, ormai diffusa, della necessità di una politica di intelligence europea, Varoufakis crede che solo nell’unità dell’Europa si troverà la forza per combattere il terrorismo.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Lega Nord

“In questo momento buio della storia – ha aggiunto - l’Europa deve stare più unita. L’unità deve essere il nostro principale obiettivo. Le azioni indipendenti per affrontare l'emergenza dell'immigrazione hanno ridotto la capacità di agire con sicurezza. La nostra battaglia comune contro il terrore e la paura deve essere comune”.